Pasquale Schirripa: il caso dell’operaio calabrese ucciso in campagna

Pasquale Schirripa: scena del crimine
Pasquale Schirripa: scena del crimine

Il signor Pasquale Schirripa, operaio 61enne incensurato, è stato trovato morto presso un terreno di sua proprietà in provincia di Reggio Calabria. L’episodio è avvenuto in data 17 marzo 2020. Pasquale Schirripa, residente a Marina di Gioiosa Jonica, era un operaio specializzato Enel.

Come si legge da Ilreggino.it, dalle prime indagini, sembra che una mano ignota abbia ucciso l’uomo con un colpo d’arma da fuoco. A coordinare le indagini è la procura di Locri. Al momento, gli inquirenti prendono in considerazione qualsiasi ipotesi.

Omicidio Pasquale Schirripa: l’operaio era incensurato

Risulta essere incensurato Pasquale Schirripa, l’operaio 61enne trovato morto in un terreno di sua proprietà a Marina di Gioiosa Jonica, in provincia di Reggio Calabria. Dopo accurate analisi da parte di sanitari e inquirenti, la scoperta: qualcuno ha tolto la vita a Pasquale con un colpo di arma da fuoco, mentre la vittima stava accudendo i suoi animali.

Schirripa era un operaio specializzato per conto di Enel. Le prime indagini sul presunto caso di omicidio sono state condotte dai carabinieri della compagnia di Roccella Jonica in Contrada Furro superiore di Gioiosa Jonica. Come si legge da FanPage, al momento non è stata formalizzata alcuna accusa. Le forze dell’ordine non escludono nessuna pista riguardante il movente, neanche la più blanda.

Le indagini coordinate dalla procura di Locri

Al momento è la procura di Locri a coordinare le indagini sulla morte di Pasquale Schirripa. Per ora non sono disponibili ulteriori aggiornamenti sulla misteriosa vicenda. L’operaio specializzato era solito condurre una vita tranquilla e morigerata. Amava prendersi cura degli animali nel terreno di sua proprietà. Il suo era un nome non noto alle forze dell’ordine. Nonostante ciò, sembra che Pasquale avesse dei nemici, altrimenti l’ipotesi di omicidio non può essere compresa.

Tuttavia, siamo sicuri che si tratti realmente di omicidio volontario? Difficile stabilirlo al momento. Bisognerà attendere gli sviluppi delle indagini. Gli inquirenti non sottovalutano alcuna pista. È necessario comprendere se la morte di Pasquale Schirripa sia stata causata da un tragico incidente, oppure sia stato intenzionalmente ucciso per motivi ancora da delineare. Le indagini proseguono. In caso di aggiornamenti, non mancheremo di riferirli.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!