“Tutto è andato in frantumi…”: Lorella Cuccarini, il dramma della conduttrice de La vita in diretta

Lorella Cuccarini

Lorella Cuccarini riconfermata a La vita in diretta?

Dallo scorso settembre Lorella Cuccarini è stata chiamata dai vertici di Viale Mazzini ad affiancare Alberto Matano alla conduzione de La vita in diretta, lo storico rotocalco di Rai Uno. I due professionisti hanno preso il posto degli uscenti Tiberio Timperi e Francesca Fialdini. Quello della soubrette romana è un ritorno alla tv di Stato dopo l’esperienza poco positiva con Domenica In.

In queste ultime settimane si è parlato anche di una sua possibile sostituzione pera prossima stagione. Ma nelle ultime ore, visto gli ascolti al top per gli speciali dedicati all’emergenza Coronavirus, la Rai potrebbe riconfermare la coppia televisiva anche per il 2020/2021.

La conduttrice romana ricorda il suo dramma personale

In una recente intervista, Lorella Cuccarini è tornata a parlare del tumore che l’ha colpita nel 2002. Infatti in quell’anno la conduttrice de La vita in diretta si è è sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per farsi asportare la tiroide.

“Una visione della vita che va in frantumi… Da allora vivo senza tiroide”, ha rivelato l’ex ballerina di Fantastico. Il suo calvario era iniziato quando la donna si è sottoposta ad un controllo di routine dopo essersi resa conto di essere dimagrita inspiegabilmente ed un’eccessiva tachicardia.

Lorella Cuccarini e il calvario dopo l’operazione chirurgica per asportare la tiroide

A quel punto Lorella Cuccarini dopo aver fatto degli esami specifici, il medico le ha dato una diagnosi ben precisa. Senza giri di parole il medico le ha detto di avere un nodulo alla tiroide, quindi fare un controllo accurato con urgenza. Ovviamente le parole dello specialista è stato un brutto colpo per la professionista romana.

Infatti quest’ultima è stata costretta ad asportare la tiroide. Da quel momento in poi per star bene la Cuccarini deve assumere un farmaco specifico. Dopo l’intervento chirurgico, il recupero è stato abbastanza lento e di certo non proprio facile. Per fortuna l’artista capitolina ha trovato il sostegno della sua famiglia, ovvero il marito e i suoi figli.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)