Luca Laurenti choc: ‘Da tempo sono malato’. Paolo Bonolis mi ha salvato

Luca Laurenti e Raffaella Ferrari
Luca Laurenti e Raffaella Ferrari

Luca Laurenti non parla molto spesso della sua famiglia e della sua vita privata. A differenza di tanti altri personaggi dello spettacolo, il musicista  ha sempre cercato di tutelare il suo privato, raccontando lo stretto necessario.

Tutti noi sappiamo che da anni collabora con Paolo Bonolis ed entrambi riescono a far divertire milioni di telespettatori. Non tutti sanno, però, che il musicista in passato ha avuto dei seri problemi di salute che è riuscito a superare solo grazie alle persone a lui care. Vediamo nei dettagli cosa è successo.

Luca Laurenti avvolto dalla depressione

In passato, anche se per un breve periodo, Luca Laurenti era praticamente sparito dal mondo della televisione. Il motivo è stato legato ad un suo problema di salute che lo ha cambiato per sempre. molti personaggi dello spettacolo si sono trovati ad affrontare questo brutto tunnel, chiamata depressione. Purtroppo anche il maestro di Avanti un altro è stato avvolto da questo brutto male e ne uscito solo grazie all’amore della moglie e alla vicinanza di Paolo Bonolis.

E proprio su quest’ultimo, in una recente intervista ha raccontato quanto sia grato al suo collega e quanto è stata indispensabile la sua presenza nella propria vita.  Luca Laurenti ha spiegato che è stato proprio Paolo nel 1994 a presentargli Raffaella Ferrari la sua attuale moglie. Tra di loro è subito nato l’amore e tra anni dopo hanno dato alla luce il loro primo figlio Andrea.

L’aiuto di Paolo Bonolis e della sua famiglia

La depressione non è soltanto l’unico problema che ha dovuto affrontare Luca Laurenti. Infatti, da piccolo balbettava e solo in tarda età ha capito che la balbuzia è sintomo di timidezza. Questo problema è riuscito a superarlo con la vicinanza di Paolo anche se ancora oggi si presenta.

Inoltre, Luca come ha dichiarato in una recente intervista a Vanity Fair ha ammesso di aver superato numerose paure. Una fra tutte il terrore di incontrare gente, anche per strada. Questa sua fobia lo ha costretto per molto tempo a camminare vicino ai muri o peggio a restare chiuso in casa.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!