Home Gossip Carlo Cracco scende in campo contro il coronavirus, cucina in ospedale da campo a Milano

Carlo Cracco scende in campo contro il coronavirus, cucina in ospedale da campo a Milano

0
Carlo Cracco scende in campo contro il coronavirus, cucina in ospedale da campo a Milano
Carlo Cracco

Lo chef Carlo Cracco ha deciso di dare una mano in questa emergenza coronavirus e sarà in cucina nell’ospedale da campo a Milano per aiutare gli operai

Anche i volti noti non stanno con le mani in mano e fra di essi anche Carlo Cracco ha deciso di dare il suo contributo per l’emergenza coronavirus.

Lo chef ha deciso di prendere parte come volontario in cucina per aiutare gli operai dell’ospedale da campo alla Fiera di Milano. La stangata è giunta anche per lui e ha dovuto chiudere i suoi ristoranti, almeno per il momento. Così ha preso la decisione di contribuire anche lui al bene del paese in un momento così difficile. Ecco perché ha dato la sua disponibilità alla Regione Lombardia.

Il suo aiuto è rivolto a portare un pasto agli operai che stanno lavorando notte e giorno per costruire l’ospedale da campo a Milano. L’ospedale sarà dotato di ulteriori posti letto che accoglieranno gli ammalati colpiti dal Coronavirus.

Carlo Cracco insieme al suo staff cucina per gli operai

Cracco ha portato con sé il suo staff per cucinare per gli operai che stanno allestendo l’ospedale da campo a Milano. Insieme prepareranno i pasti caldi per tutti gli operai che proseguono nel loro lavoro senza fermarsi. Per dare loro la possibilità di mangiare dignitosamente è stata allestita una mensa dentro al cantiere dell’ospedale da campo.

A tutti sarà assicurato tutto quanto serve per proteggersi ed evitare contatti, così come previsto dal decreto. Cracco ha aderito come volontario in questa impresa, che non è affatto facile, anche se si tratta di cucinare. Infatti, dovranno stare attenti alle disposizioni governative per tutelare la loro salute.

Cracco contro il Coronavirus come volontario

In un’intervista rilasciata via Skype a Identità Golose, lo chef stellato Carlo Cracco ha detto di voler prendere parte all’emergenza come volontario. Lo chef ha riferito di essersi reso disponibile insieme ai suoi aiutanti per dare una mano in questa emergenza.

Cracco ha detto di aver dato la sua disponibilità tramite la Regione Lombardia per cucinare i pasti per gli operai. Sei ragazzi nel ristorante hanno preparato il cibo e lui e altri collaboratori hanno servito a coloro che stanno lavorando.

Lo chef ha detto che per mancanza di tempo hanno preparato piatti semplici, insalata di riso con verdure, frittata con zucca, castagne e patate. Ma nei giorni seguenti cucineranno ancora e prepareranno tanto altro da far gustare agli operai.