Cristiano Malgioglio, confessione: “sono disperato mi manca tanto…”

Cristiano Malgioglio racconta il momento in cui capì di essere gay
Cristiano Malgioglio

Cristiano Malgioglio si confessa e racconta a Barbara D’Urso la sua quarantena da casalinga disperata

Cristiano Malgioglio racconta la sua quarantena disperata. Infatti, in diretta Skype nella trasmissione di Barbara D’Urso, ha voluto raccontare senza filtri quello che sta attraversando in questa fase di quarantena.

Lui vive da solo e quindi, si sente una sorta di casalinga disperata. Il noto showman ha spiegato che nonostante tutto, lui comunque sta facendo la sua parte e proprio ieri nel collegamento Skype alla trasmissione Live non è la D’Urso ha raccontato già passo dopo passo, quelle che sono le sue giornate.

L’artista ha parlato della quarantena sull’emergenza Coronavirus passando un po’ di settimane in completa solitudine. È stato attento a tutte le regole e spiegargli quanto sia importante seguire alla lettera quelli che sono le indicazioni del Governo, in modo tale da cercare di contenere la diffusione del contagio da Covid 19.

Cristiano Malgioglio e la sua quarantena

Nel corso della trasmissione, Cristiano Malgioglio ha anche voluto dire che si trova completamente da solo e talvolta, si sente anche la mancanza di un abbraccio. Dice che sente la mancanza dei suoi nipoti e di sua sorella- però visto che vive da solo non è il caso di farsi venire a trovare per rispettare nel dettaglio tutte le regole.

Si sta comportando come una sorta di “casalinga disperata” tant’è che si guarda allo specchio, si depila e cerca comunque li aggiustarsi e di prendersi cura del suo corpo perché non si sente certo bello in questo momento.

La canzone che accompagna lo showman

Cristiano Malgioglio ha anche spiegato ai suoi numerosi telespettatori quanto sia importante restare a casa per il proprio bene, ma anche per il bene dei propri cari. Un’altra cosa fondamentale, è che lui racconta che si comporta come una donna di servizio, come se fosse una”casalinga disperata”.

Dice che spesso toglie la polvere, lava, stira cucina e mette a posto tutto quello che può. Fortunatamente lo scrittore, durante questo periodo lo aiuta una delle sue più grandi passioni, ovvero quelle per la musica.

Ha detto che ascolta spesso la canzone La vida es Carneval perché è una canzone che gli mette allegria e gli permette anche di ballare. Alla fine, tranquillizza sulla sua salute mentale, mandando a tutti un abbraccio affettuoso e invitando a non uscire di casa e a rispettare le regole.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!