Amici 19 il programma di Maria De Filippi sotto accusa per non aver rispettato le norme coranavirus

Amici di Maria De Filippi 19
Amici di Maria De Filippi 19

Amici 19 prosegue a patto che si rispettino le regole

Amici 19 continua ad andare in onda diversamente dagli altri programmi che sono stati bloccati, per esempio Uomini e Donne, Propaganda Live, quiz e tanti altri appartenenti anche ad altre reti nazionali. Molti di questi sono stati sospesi perché andando in onda senza pubblico non hanno lo stesso seguito, non hanno senso.

Amici 19 ha bisogno del suo pubblico ma relativamente. Si sta facendo il possibile per portarlo a termine e quindi decretare un vincitore non rendendo vani gli sforzi fatti fino ad ora dei professionisti, dai ballerini, dai cantanti, dalla conduzione ed alla produzione.

Amici 19, è panico a causa di una foto compromettente

Amici 19 ha avuto la possibilità di procedere promettendo però di fare attenzione e rispettare tutte le regole del caso ponendo al primo posto la salvaguardia di ogni persona appartenente al team. E fino ad ora ha dato ottimi risultati anche se non è stato facile proprio come hanno affermato i prof ed i professionisti.

Per esempio i coreografi si sono trovati in grave difficoltà perché non è possibile ballare mantenendo le distanze, soprattutto in alcuni generi di danza. Nonostante questo si è trovato il modo di creare delle coreografie dove i ballerini sono a distanza di almeno un metro l’uno dall’altro.

Insomma l’esperimento di un programma tanto seguito dai giovani ma non solo, che va in onda in diretta ma senza pubblico, è stato promosso. Ma non tutto può essere così semplice ed in discesa. Infatti proprio in questi giorni il programma è stato travolto da un questione particolarmente importante, proprio la distanza tra gli individui.

Tutto ha avuto inizio da una foto pubblicata sui social in cui si vedono le sarte del programma intente a lavorare l’una di fianco all’altra. Così è stato puntato il dito contro la produzione che secondo molti ha violato le leggi del decreto. Sul web molti avanzano la proposta di chiudere la trasmissione visto che non si è capaci di mantenere la parola e rispettare le regole come tutti stiamo cercando di fare.

La redazione si difende: Non è come sembra

La redazione di amici 19 è subito intervenuta affermando che non è stato compiuto un solo errore da parte loro. Il team sta lavorando nella giusta maniera.

Se si va a leggere bene il decreto infatti è possibile capire che qualora ci fossero dei lavori che non permettono di mantenere la distanza di almeno un metro da persona a persona è possibile rimediare utilizzando materiale sanitario come per esempio è il caso delle mascherine. Dopo l’arrivo di questo chiarimento sembra essere tutto ok. Vedremo come la questione giungerà al termine.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!