Romina Power, il grido di dolore per Ylenia Carrisi: “E’ viva, perché non indagate invece di…”

Romina Power
Romina Power e Ylenia

L’enigma della sparizione di Ylenia Carrisi

In questo quarto di secolo si è parlato più volte della drammatica sparizione di Ylenia Carrisi, la primogenita di Al Bano e Romina Power. La ragazza era a New Orleans quando nel 1994 fece perdere le sue tracce. Soprattutto nel primo decennio i due genitori hanno coinvolto investigatori privati con l’aiuto della Polizia per ritrovare la ragazza che ormai avrebbe 50 anni. Purtroppo sono arrivate tantissime segnalazioni ma nessuna cosa concreta.

Ad oggi non è possibile dire se la figlia della storica coppia sia scappata da casa oppure sia vittima di un destino beffardo. Le ipotesi sarebbero due: rapimento o omicidio. Resta il fatto che la cantante statunitense a differenza dell’ex marito non si è mai arresa. Anzi la Power più volte ha affermato che la figlia è ancora viva e si trova in qualche parte del mondo magari senza sapere nulla del suo passato.

Romina Power è certa che la primogenita sia viva

In questi 26 anni Romina Power ha fatto numerosi appelli sia sui suoi canali social che in televisione. L’ultimo qualche mese fa a Chi l’ha visto? mostrando alcune nuove foto identikit che mostrerebbero il volto della sua adorata figlia Ylenia. Intorno a questa storia di cronaca ci hanno marciato numerosi giornali e siti non solo italiani.

Spesso notizia infondate hanno fatto perdere la pazienza ad Al Bano e all’ex moglie. Infatti, in passato la storica coppia ha affermato che c’è troppa speculazione intorno alla sparizione della loro primogenita.

Romina Power e lo sfogo contro i giornalisti

Circa tre anni fa la stessa Romina Power, nel corso di un’intervista per il Corriere della Sera era tornata a parlare di Ylenia Carrisi. In pratica la cantante statunitense si era arrabbiata con i giornalisti che, secondo lei, riportano puntualmente delle cose che lei non ha mai detto.

“I giornalisti continuano a rivangare quell’episodio per me dolorosissimo, ma nessuno indaga sul fatto che ogni anno a New Orleans spariscono centinaia di ragazze. Perché, e qui mi appello ai giornalisti, non fate luce su questo invece di speculare sul dolore?”, diceva l’ex del Maestro di Cellino San Marco.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!