La marcatura di precisione: le incisioni laser

La marcatura laser è la tipologia di marcatura più utilizzata grazie alla sua caratteristica principale: la precisione. Ecco perché è la tecnica maggiormente utilizzata quando si tratta di incidere sui metalli e altre superfici costose, per le quali è bene minimizzare gli errori in modo puntuale e accurato.

La marcatura identificativa è necessaria per legge e richiesta per determinati strumenti ed accessori come macchine, dispositivi medici, giochi e giocattoli, prodotti elettronici, apparecchiature radio RED, protezioni individuali, prodotti di costruzione, strumenti di misura e articoli di sicurezza generale. C’è poi anche la possibilità di marcare gli oggetti utilizzati nella vita di tutti giorni per personalizzarli e conferire un valore anche a livello sentimentale.

Cos’è la marcatura laser?

Prima di analizzare i prodotti che necessitano della marcatura laser, è opportuno capire cos’è nello specifico. L’incisione laser, meglio conosciuta come marcatura CE, è obbligatoria da oltre 20 anni per diversi prodotti e materiali. Inizialmente era richiesta per specifici materiali da costruzione, dopodiché è stata estesa a tante altre categorie, per rispondere a determinati requisiti di sicurezza per i consumatori. L’applicazione del marchio CE rappresenta lo step finale che attesta la correttezza di una filiera produttiva rispettosa della salute dei consumatori e, in sostanza, assicura che il prodotto è stato realizzato secondo le normative vigenti in base alla sua destinazione d’uso.

I principali settori commerciali in cui è richiesta la marcatura laser

La direttiva europea 2006/42/CE impone la marcatura CE su tutti quei dispositivi considerati macchine, cioè dotati di varie parti di cui almeno una si muove tramite energia, diversa da quella animale o umana. Nella categoria macchine rientrano: le quasi macchine, i sistemi di sollevamento anche manuali, le funi e le catene, i sistemi antiribaltamento, i dispositivi di trasmissione, i componenti di sicurezza e le attrezzature.

Richiedono la marcatura laser anche i dispositivi medici, considerati tali solo se intervengono in maniera diretta, o indiretta, sul paziente. I dispositivi medici si suddividono in varie classi (I, IIa, IIb e III) e per ognuna di esse bisogna seguire apposite procedure, a seconda della categoria di appartenenza.

I giocattoli sono tra gli accessori che necessitano della marcatura laser poiché destinati a soggetti sensibili come i bambini da 0 a 14 anni. I giochi possono essere realizzati in qualsiasi materiale, purché siano dotati di marcatura CE che assicuri la non pericolosità dei prodotti.

Altri dispositivi, che richiedono la massima attenzione per la salute e l’incolumità del consumatore, sono i quadri elettrici, gli apparecchi di illuminazione e, in generale, tutti i prodotti elettrici ed elettronici. A questi, si affiancano le apparecchiature radio che non possono superare una determinata soglia di onde elettromagnetiche per evitare disturbi e danni ai consumatori. Tra questi prodotti rientrano gli smartphone, ma anche i dispositivi wireless e bluetooth.

I dispositivi di protezione individuale (DPI) sono fondamentali per tutelare la sicurezza e l’incolumità dei lavoratori in situazioni piuttosto delicate, come ad esempio ponteggi, cantieri, aree con presenza di elettricità e simili. Risulta necessario, quindi, dotare i vari DPI di marcature laser, a seconda dei rischi collegati alla tipologia di lavoro da svolgere.

Anche i prodotti di costruzione devono rispondere a determinati requisiti per essere dichiarati conformi alle normative di salute e di sicurezza a seconda delle prestazioni che devono garantire. Nelle transazioni commerciali bisogna utilizzare strumenti di misurazione come contatori di gas o elettricità, metri, bicchieri e bilance che devono essere dotati dell’apposita marcatura laser.

Quali prodotti personali possono essere marcati?

La marcatura laser è una procedura sempre più richiesta, anche in ambito privato, per marcare e identificare oggetti di utilizzo quotidiano. Gli incisori laser per metalli sono molto usati nel settore gioielleria e consentono di scrivere il nome della persona amata, una data importante o una frase significativa, con notevole precisione e velocità. Si possono marcare anche oggetti di piccole dimensioni come anelli, orecchini, collane, bracciali ecc. assicurando la massima leggibilità e precisione, senza arrecare danni al prezioso.

Le medagliette per i cani non hanno solo una funzione estetica, ma anche pratica. Se, infatti, il nostro amico a 4 zampe dovesse smarrirsi, chi lo ritrova può facilmente risalire al proprietario leggendo le informazioni presenti sulla medaglietta. In genere, si utilizzano cartoncini dove annotare tutti i dati del padrone, che rischiano però di risultare poco visibili, o addirittura cancellarsi, a causa di acqua e umidità. Con il processo di marcatura laser invece, è possibile riportare tutti i dati del padrone (come numero telefonico, indirizzo e nome) in modo indelebile. Se il nostro fido compagno dovesse perdersi, per chi lo trova sarà quindi molto facile individuare immediatamente il padrone.

Le marcature laser sono particolarmente utili anche per identificare e distinguere le chiavi. Soprattutto chi ha un mazzo di chiavi molto voluminoso, potrebbe avere difficoltà nell’individuare subito la chiave di cui ha bisogno, un bel problema quando piove e non c’è un ombrello a disposizione. Con la marcatura si può invece facilmente individuare la chiave di casa, del portoncino o del cancello in tempo rapido e in modo pratico.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!