Meghan Markle impedisce al principe Harry di assistere il padre

Non è il momento giusto per fare viaggi

L’erede al trono Carlo è in isolamento da qualche giorno e risulta positivo al test del Coronavirus. I sintomi sono lievi, la regina sta bene e la moglie Camilla Parker risulta negativa. La donna si sta occupando di assistere il principe nella residenza reale in Scozia.

Il principe Harry secondo alcune fonti certe vorrebbe andare dal padre ma la moglie Meghan Markle impedisce questo viaggio. La coppia prova molto dispiacere per questa notizia e per il fatto di non poter essere fisicamente accanto a Carlo. Ma Meghan non vuole che suo marito in questo momento faccia viaggi, nonostante sia pronta ad aiutare in caso di bisogno.

Harry non vede il padre da inizio marzo

Meghan e il principe Harry si sono subito trasferiti con un aereo privato dal  Canada a Malibù, in California, evitando così i rischi di contagio. Harry non vede suo padre da inizio marzo e ciò avviene durante una cerimonia ufficiale. C’è molta preoccupazione perché circa due settimane fa la coppia incontra tutti i membri della famiglia reale.

I più informati e i giornali iniziano già a fare supposizioni su chi abbia contagiato il principe del Galles. Sarebbe un altro principe, Alberto di Monaco. Entrambi i principi partecipano a un evento il 10 marzo e sono seduti uno di fronte all’altro.

E coincidenza, nove giorni dopo lo staff del Principato di Monaco comunica la notizia di contagio del principe Alberto. Anche se all’evento il principe è sano e in buone condizioni di salute. Al momento entrambi stanno bene anche se sono in quarantena. Tutti i loro familiari risultano negativi al test.

Un messaggio d’affetto a Harry

Kate Middleton e il principe William pubblicano una foto che ritrae Lady Diana con i suoi due bambini. Lo fanno in occasione della festa della mamma, che in Inghilterra si festeggia a marzo. La foto colpisce in modo positivo i sudditi, e forse, adesso che a palazzo restano Kate e William, Harry affiancherà il fratello durante questa crisi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!