Siamo nel 1987 quando uno dei film che ha rappresentato un’intera generazione, vede la luce.
Dirty Dancing, diretto da Emile Adrolino e interpretato da Patrick Swayze e Jennifer Grey, torna a far parlare di sé. Il film, che ha emozionato e che continua ad emozionare milioni di giovani donne e non solo, porta con se un piccolo segreto: una scena, che durante quegli anni appariva troppo hot per poter essere inserita nella pellicola, fu censurata da parte dello stesso regista Adrolino.

E’ stato in occasione dei 20 anni dall’uscita del film che tutti gli appassionati, tutti coloro che hanno sognato e amato con Baby e Johnny, hanno potuto vedere la scena tagliata e mai vista prima d’ora. Si tratta di alcuni minuti, 2:16 per la precisione, che mostrano un ballo sensuale, un ballo che difficilmente sarebbe stato accettato senza critiche, in cui i due protagonisti si lasciano andare alla passione per la musica, per la danza, per la vita.

Baby e Johnny ballano sulle note della canzone “She’s Like the Wind” scritta e cantata dallo stesso Swayze. Un momento, pochi istanti e la passione si accende. Una scena, come scritto, che non sarebbe stata accettata da tutti. Sono state eliminate quelle immagini in cui i due protagonisti si amano al limite della passione, per non danneggiare la pellicola stessa.
I più scettici hanno ipotizzato che si trattasse di un fake, ma fino al 2007, anno della sua pubblicazione, non era mai stata messa in onda integralmente.

A questo punto sorge una domanda: e se il film fosse stato girato nei nostri giorni? Le cose sarebbero state diverse? Quella scena sarebbe stata permessa all’interno del film? Non lo sappiamo, forse sì. O forse, anche in questo caso, sarebbe stata criticata, censurata, da un paese che, spesso, ama mostrare il suo finto perbenismo.

E, se ci fermiamo a riflettere, in fondo, cosa hanno deciso di tagliare? Una scena d’amore, di profonda passione, di libertà. Una libertà che non tocca solo il corpo, ma che avvolge ogni singola cellula dell’organismo. Mente, cuore e anima in un film che, ancora oggi, a distanza di 20 anni, riesce ad emozionarci.
Chi non avrebbe desiderato di essere Baby? Chi non avrebbe voluto un ballo con Patrick Swayze? Chi non desidera una storia d’amore che vada contro tutto e tutti? Perché in fondo è ciò di cui parliamo. La libertà di amare, di ballare, di vivere ciò che è proibito perché “Nessuno può mettere Baby in un angolo“.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!