Gianni Morandi fa fuori Milly Carlucci dalla tv: la decisione definitiva del direttore di Rai Uno

Milly Carlucci e Gianni Morandi
Milly Carlucci e Gianni Morandi

Ballando con le Stelle rinviato a settembre: la nuova porgrammazione

Purtroppo l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 sta completamente rivoluzionando la programmazione dei programmi televisivi sia di Mediaset che Rai. Molte trasmissioni sono state sospese mentre altre ancora rinviate. Tra queste anche Ballando con le Stelle che il 28 marzo doveva andare in onda con la 15esima edizione.

Con molta probabilità il format condotto da Milly Carlucci prenderà il via il prossimo settembre, quindi i vertici di Viale Mazzini hanno trovato delle alternative per coprire il palinsesto lasciato vacante dalla trasmissione di danza. Da due settimane i telespettatori stanno assistendo alle repliche di Viva RaiPlay con Rosario Fiorello. Il meglio di è stato visto da oltre quattro milioni di telespettatori. Successivamente, invece, al suo posto tornerà Gianni Morandi.

Gianni Morandi al posto di Milly Carlucci

Nelle ultime ore Stefano Coletta, diretto di Rai Uno ha fatto le seguenti dichiarazioni: “Dopo Fiorello al sabato proporrò il best of dei mattatori, da Morandi a Bolle”. Poi il dirigente della tv di Stato ha parlato della Santa Messa, che dallo scorso 25 marzo va in onda tutte le mattine sulla prima rete.

“Ho seguito il sentimento del Paese. Milioni di persone, molti anziani, vivono la fede come uno strumento di aiuto, la messa è una risposta alla richiesta di conforto. Il 22% di share ce l’ha confermato”, ha detto il direttore. Inoltre quest’ultimo ha elogiato il lavoro e la professionalità di Mara Venier con il suo Domenica In e Marco Liorni con Italia Sì. Inoltre ha menzionato Lorella Cuccarini e Alberto Matano che si sono visti allungare La vita in diretta.

Stefano Coletta menziona la serie Doc

Nel corso della lunga intervista Stefano Coletta ha parlato anche di Doc – Nelle tue mani, la nuova fiction di Rai Uno che ha Luca Argentero per protagonista. Il primo appuntamento ha superato i sete milioni di telespettatori.

“La fiction gioca un grande ruolo: colpisce il successo di Doc con Argentero, si poteva pensare che una storia ospedaliera allontanasse il pubblico. Invece il racconto su tre piani è piaciuto”, ha precisato il dirigente della tv pubblica.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!