Amici 19: Beppe Vessicchio e Luciano Cannito spiegano il ruolo della Var

Da un paio d’anni ad Amici c’è la Var composta da Beppe Vessicchio e Luciano Cannito. Ecco che cosa hanno detto i maestri su questo particolare ruolo nel talent

Amici 19: Beppe Vessicchio e Luciano Cannito spiegano il ruolo della Var

Da un paio di anni a questa parte Maria De Filippi ha introdotto ad Amici la Var. In una postazione in alto rispetto al palco, con una visuale ottimale e con una serie di schermi per vedere nel dettaglio, Beppe Vessicchio e Luciano Cannito hanno il compito di giudicare i concorrenti. Da casa non sono stati accolti molto bene, ma oggi i maestri e professionisti della musica hanno spiegato nel dettaglio il loro ruolo.

I due maestri del canto e della danza hanno rilasciato un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni nella quale hanno spiegato qualche cosa in più. In particolare, Beppe Vessicchio ha detto che Maria De Filippi li ha fortemente voluti nel programma per essere giudici imparziali dei ragazzi. Infatti, tutti i professori e gli stessi giudici hanno uno “storico” con loro e hanno dei pregiudizi nei loro confronti del tutto umani. Loro invece sono distaccati.

Inoltre Luciano Cannito ha specificato che lui guarda l’esibizione dei ballerini attraverso diversi schermi e gli basta un cenno della mano perché un tecnico riavvolga l’esibizione e la mandi al rallentatore per permettergli di vedere nel dettaglio alcuni passaggi della coreografia.

Gli appunti per professori e ragazzi

Per ogni esibizione Beppe Vessicchio e Luciano Cannito scrivono degli appunti e poi questi vanno a professori e ragazzi. Ai primi per far capire meglio se ci sono stati degli errori tecnici, agli altri per migliorare.

Inoltre, hanno spiegato che non intervengono spesso perché in generale non vengono dette cose sbagliate, ma se qualcuno dovesse fare degli errori di valutazione allora loro devono assolutamente intervenire (come nel caso dello scontro tra Luciano Cannito e Alessandra Celentano, ricordate?)

Un premio dalla Var?

I ragazzi nel corso del Serale di Amici ricevono diversi premi: il premio finale, certo, ma anche quello della critica, il premio Tim e i premi dei vari sponsor. Tuttavia, un premio assegnato dalla Var ancora non c’è. Vessicchio, però, è fiducioso che verrà introdotto il prossimo anno perché è come ricevere un premio della critica e per i ragazzi sarebbe una gioia in più e un riconoscimento importante per il loro lavoro.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!