Coronavirus in Italia, il bollettino del 4 aprile 2020, 124.632 contagi

Coronavirus Bollettino

La Protezione Civile, nella persona di Angelo Borrelli, ha reso noti i numeri relativi alla diffusione del Coronavirus in Italia alla data del 4 aprile 2020. I dati comunicati appaiono in linea con le aspettative.

Lo stesso Capo della Protezione Civile ha tenuto a sottolineare come, per la prima volta dall’inizio dell’emergenza, i dati nazionali di accessi alla terapia intensiva siano negativi. Trend positivi anche nel numero degli ospedalizzati e nel numero dei nuovi decessi.

Coronavirus in Italia, prosegue il calo

Ad oltre tre settimane dall’inizio delle misure di contenimento si iniziano a vedere i primi risultati concreti. Da una settimana a questa parte, infatti, i dati sono in calo. Per la prima volta siamo difronte ad un numero negativo negli accessi alla terapia intensiva.

Il numero totale dei soggetti che, dall’inizio dell’epidemia, hanno contratto il Coronavirus è pari a 124.632. Tra questi, oltre a coloro attualmente positivi, troviamo anche i deceduti e coloro che, invece, hanno superato l’infezione e risultano guariti. In particolare, i deceduti totali sono 16.823 con un incremento, rispetto al bollettino di ieri, pari a 681 unità. Anche questo è un numero comunque positivo, in costante calo. Ricordiamo, infatti, che fino al 26 marzo i decessi erano vicini al migliaio in 24 ore.

Le persone guarite sono, in tutto, 20.996. Da ieri a oggi sono guariti ben 1.238 persone. Un numero inferiore rispetto a ieri ma sempre molto positivo e molto più alto rispetto a quanto visto in passato.

Il numero degli attualmente positivi

Quanti sono, ad oggi, i positivi al Coronavirus in Italia? Si tratta, in base all’ultimo bollettino, di un totale di 88.274 soggetti con un incremento rispetto a ieri pari a 2.886 unità. Di questi, il 63% (percentuale in costante aumento) si trova in isolamento domiciliare fiduciario con pochi sintomi o con una sintomatologia completamente inesistente.

Coloro che si trovano ricoverati in ospedale con sintomi sono 29.010 mentre in terapia intensiva si trovano, attualmente, 3.994 persone. Ben 74 letti in meno, dato importantissimo che è stato sottolineato più volte nel corso della conferenza stampa. Tutto ciò significa che le misure adottate stanno funzionando anche se, si è detto più volte, non bisogna assolutamente abbassare la guardia.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!