“Non è ancora chiaro se sarò in grado di suonare di nuovo la chitarra” ha dichiarato Bono Vox, leader degli U2 sul sito web della famosa band. Il motivo è da ricercare in una brutta caduta, che ha avrebbe causato gravi danni al braccio del cantante.

Il 17 novembre scorso Bono (54 anni) è caduto durante una passeggiata in bicicletta a Central Park, riportando seri danni ad un braccio, rotto in sei punti. Il leader degli U2 venne subito operato, ma l’intervento si è dimostrato essere più complicato di quello che si era pensato in un primo momento, tanto da coinvolgere anche la mano sinistra. Infine,  nel braccio del cantante sono state inserite tre piastre metalliche e 18 chiodi. “Non ho nessun ricordo di come sono finito in ospedale” aggiunge, ricordando la dinamica dell’incidente.

u2_bono_vox_getty_1

Il recupero è stato più difficile di quanto pensassi. Mentre scrivo non è ancora chiaro se tornerò a suonare la chitarra.“- ha affermato, proseguendo non senza una dose di ironia – “La band mi ha ricordato che né loro né la civiltà occidentale dipendono da questo”. 

Bono, però, nonostante per il momento abbia deciso di non apparire in pubblico, ha tranquillizzato i numerosissimi fan dichiarando, sempre nel suo post, di aver avuto molto tempo per scrivere nuove canzoni. Attualmente le date del tour mondiale Innocence and Experience, il cui inizio è previsto per maggio in Canada, sono confermate.

Personalmente mi mancherà molto mettere le dita sulle tastiere delle mie chitarre” , ha sottolineato la voce degli U2 – “anche solo per piacere, al di là del fatto che con la chitarra scrivo canzoni per il gruppo“.

Di sicuro, Bono Vox non ha alcuna intenzione di mollare.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!