Amadeus malattia: il conduttore di Soliti Ignoti ne soffre da quando è piccolo

Amadeus
Amadeus

Amadeus in quarantena a Roma: Soliti Ignoti in replica

Da qualche settimana Amadeus è in pausa a causa dell’emergenza sanitaria per il Covid-19. Il professionista veronese si trova in quarantena a Roma con la sua famiglia e ogni sera alle 20:35 guarda con loro le repliche dei Soliti Ignoti – Il Ritorno.

Un po’ di tempo fa Sebastiani aveva rilasciato una lunga intervista aveva confessato di essere daltonico, quindi per questa ragione fa molta fatica a distinguere ed abbinare alcuni colori. Il presentatore della Rai, quindi, opta ad indossare solo abiti a tinta unica, come il nero o il blu.

Il conduttore Rai è daltonico

In un’intervista realizzata un po’ di tempo fa, Amadeus che lo scorso febbraio è stato alla guida del Festival di Sanremo, ha rivelato di essere daltonico: ovvero l’impossibilità ad abbinare alcuni colori. Per questa ragione il padrone di casa dei Soliti Ignoti – Il Ritorno veste spesso con abiti di colore grigio, nero e blu.

Ma non solo gli abiti, il marito di Giovanna Civitillo adotta la stessa scelta anche per le camicie. Infatti all’interno del suo guardaroba sarebbero presenti solamente due colori: bianco o nero. Tutto questo per rendere più facile al professionista della Rai ad abbinarle con abiti, giacche e pantaloni.

Amadeus: la difficoltà a distinguere certi colori

Ma essere daltonico comporta altre difficoltà ad Amadeus. Ad esempio quest’ultimo fa molta fatica a distinguere il verde e il rosso. Sempre nella stessa intervista il presentatore dei Soliti Ignoti ha rivelato: “So che il colore in alto del semaforo significa che bisogna fermarsi e quello in basso, il verde, significa che si può passare”. A quanto pare il direttore artistico di Sanremo 2020 soffrirebbe di questo difetto visivo fin da quando era piccolo.

Per chi non lo sapesse, il daltonismo è un difetto genetico che si porta vita e purtroppo non ci sono cure o metodi per guarire. Amedeo Sebastini non è l’unico personaggio del mondo dello spettacolo che soffre di tale patologia. Ad esempio ci sono anche l’ex tronista di Uomini e Donne, Luca Onestini, ma pure Keanu Reeves e Paul Newman.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!