‘Uomini e Donne, un programma diseducativo’, parole di Valentina Nappi

Valentina Nappi
Valentina Nappi

Un programma diseducativo

Nelle ultime ore Raffaella Mennoia ha dato una bella notizia ai fan del programma Uomini e Donne. In pratica a partire dal 20 aprile saranno trasmesse le ultime puntate che non sono andate in onda. Subito dopo si passerà al corteggiamento verbale che si svolgerà su WittyTv. Le prime ad essersi messe in gioco sono Giovanna Abate e Gemma Galgani.

I telespettatori non vedono l’ora di seguire le vicende sentimentali di ogni singolo partecipante. Purtroppo non tutti la pensano in questo modo, dal momento che qualcuno non ha speso belle parole su ciò che propone Maria De Filippi. Una critica è stata fatta da un’attrice di film a luci rosse. Non è passata inosservata sul web.

‘Volete imporre la vostra idea di donna’

Un programma diseducativo sarebbe Uomini e Donne secondo il parere di Valentina Nappi. Non solo i partecipanti prendono in giro la redazione, ma sono esclusivamente alla ricerca di visibilità che riescono poi ad ottenere. Pur di raggiungere i propri obiettivi, si è addirittura capaci di perdere la dignità.

Molte corteggiatrici, per esempio, si fanno trattare male senza opporsi perché è l’unico modo per restare sotto i riflettori. Lo sfogo di Valentina è stato pubblicato su Tweet in seguito al commento forte di un utente. Quest’ultimo ha affermato che non è giusto sostenere la cinematografia dell’hard perché c’è lo sfruttamento del corpo femminile.

Non è giusto che la donna debba essere trattata come un oggetto per soddisfare determinati bisogni. A quel punto l’attrice è intervenuta dicendo che preferirebbe essere vittima di violenze sessuali, piuttosto che vivere la propria vita intima come impone la società.

Alcuni programmi televisivi, a parer suo, sono pessimi e non possono essere paragonati ai suoi film. Diffondono idee sbagliate, dei messaggi totalmente diversi da quelli che può dare il mondo di cui fa parte.

‘Chi dovrebbe educare voi femministe?’

Valentina ha rincarato la dose scagliandosi contro le femministe. Non hanno una personalità, dal momento che si esprimono con parole inculcate dall’esterno. Le dirette interessate sono intervenute dicendo che con una violenza fisica si perde la libertà umana e l’equilibrio interiore. E’ un atto che sconvolge, in quanto è difficile dimenticare una simile violazione del proprio corpo. Ragion per cui l’hanno invitata a tacere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!