Lorella Cuccarini quasi in lacrime, il messaggio: “Sono sicura che ce la farà…”

Lorella Cuccarini
Lorella Cuccarini

Lorella Cuccarini interviene a Itali sì si Marco Liorni

Nella puntata pasquale di Italia Sì in onda su Rai Uno sabato 11 aprile 2020, Marco Liorni ha avuto ospite via Skype Lorella Cuccarini. Oltre alla conduttrice de La vita in diretta sono intervenuti anche altri protagonisti della prima rete della tv di Stato.

Oltre a fare gli auguri di una serena Pasqua, la collega di Alberto Matano ha voluto dare un messaggio di speranza a tutti gli italiani all’ascolto. Quindi, unendosi a quello detto dagli altri vip, la soubrette romana ha detto: “La Pasqua quest’anno diventa un’occasione di speranza per la rinascita di questo meraviglioso Paese, che è piegato ma ce la farà”.

Il messaggio di Lorella Cuccarini agli italiani

Attraverso un video, Lorella Cuccarini è intervenuta a Italia Sì di Marco Liorni. La padrona di casa de La vita in diretta ha voluto dare il suo contribuito attraverso un messaggio di speranza per l’intera Italia, ma anche per tutto il mondo cristiano. A quel punto la collega di Alberto Matano ha sottolineato: “Buona Pasqua a tutti: una festa centrale nella cristianità. Un momento di grande resurrezione spirituale”.

Parole che non hanno sorpreso tutti coloro che la seguono, infatti è cosa nota che la soubrette romana ha una grande fede. Tempo fa, nel coro di una lunga intervista a Chi, il magazine di Alfonso Signorini aveva già detto: “Per un cristiano Cristo è fondamentale e il posto in cui lo incontri è la Chiesa”.

Sospesa la prima parte de La vita in diretta? Il rumor

Nel frattempo nelle ultime ore sul web si è diffusa una notizia che riguarda La vita in diretta, il rotocalco che dallo scorso settembre conduce con Alberto Matano. Stando a quanto riportato da TvBlog, i vertici di Viale Mazzini starebbero pensando a sospendere la prima parte del programma a causa degli ascolti bassi.

Ricordiamo che da quando è stato cancellato per Covid-19 Vieni da me di Caterina Balivo, i dirigenti Rai lo avevano sostituito con una versione allungata del format di cronaca ed attualità.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!