Gina Lollobrigida: il suo tesoro è stato ritrovato

Gina Lollobrigida
Gina Lollobrigida

Una lite domestica ha permesso alle forze dell’ordine di recuperare il tesoro di Gina Lollobrigida. Un ignoto ladro aveva trafugato i beni della diva dalla sua villa sita sull’Appia Antica.

La diva del cinema italiano e internazionale, oramai 92enne, non si era accora del furto e, di conseguenza, non aveva nemmeno sporto denuncia! È stato un commissario ad informarla di quanto era accaduto. L’uomo di legge aveva fatto notare all’attrice che avevano svaligiato la sua casa. 

Gina Lollobrigida, l’intervento degli agenti

Le forze dell’ordine sono intervenute dopo l’allarmante telefonata da parte di una ragazza. La giovane, in preda al panico, aveva chiesto ai poliziotti di accorrere, in quanto sua madre e il compagno di quest’ultima stavano litigando. La ragazza era terrorizzata, in quanto l’uomo avrebbe avuto con sé tre pistole. La giovane ha atteso gli agenti del commissariato Spinaceto per strada, sotto la sua abitazione sita in via Costantino Reta, a Trigoria. Stiamo parlando di un quartiere alla periferia sud di Roma. 

I poliziotti, una volta giunti, sono stati condotti dalla ragazza nell’appartamento in cui si stava consumando il litigio. Qui hanno trovato un 33enne rumeno di professione operaio il quale, sorridendo, ha mostrato alla polizia un paio di pistole da collezionista, per la precisione una semiautomatica ed una revolver, non in grado di sparare, seppur fedeli alle originali. Gli agenti non si sono fidati delle parole dell’uomo, poiché la ragazza aveva menzionato tre pistole. È così iniziata una perquisizione dell’appartamento. 

Il tesoro recuperato

In un armadio, le forze dell’ordine hanno rinvenuto una pistola fabbricata in Francia, per la precisione un modello Manurhin ppk calibro 7,65, in condizioni ottimali e pronta per l’uso. Mancava solo da inserire il caricatore con i proiettili. Altro ritrovamento “anomalo” una borsa sospetta dalle dimensioni extra-large.

Come leggiamo su Grand Hotel, una volta aperta, gli agenti hanno trovato quattro collane di perle bianche, medaglie, tre collane di perle turchesi, quattro orologi da polso, una confezione di monete sammarinesi, cinque penne d’argento, diversi francobolli e quattro statuette  del David di Donatello. I cinefili sanno bene che stiamo parlando degli oscar del cinema italiano, che vengono conferiti solo agli attori più meritevoli per bravura e talento. 

I poliziotti hanno notato come sulle statuine comparisse il nome di Gina Lollobrigida, con tanto di titoli di alcuni suoi film. Il romeno aveva spiegato che per diverso tempo aveva frequentato la casa dell’attrice per alcuni lavori di ristrutturazione e la diva, soddisfatta per il lavoro svolto, l’avrebbe ricompensato con tutti quegli oggetti di valore. Cosa smentita dalla stessa Gina Lollobrigida contattata dagli agenti. Il rumeno è stato arrestato è condotto al carcere di Regina Coeli. 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!