Caterina Balivo, il piccolo incidente per la figlia Cora: panico e preoccupazione, poi la bella notizia

Caterina Balivo

Grande preoccupazione per Caterina Balivo

Da quanto i vertici di viale Mazzini hanno sospeso Vieni da me per l’emergenza sanitaria Covid-19, Caterina Balivo ha iniziato una nuovo percorso social. Con la collaborazione del marito Guido Maria Brera ha realizzato un programma su Instagram che si chiama My Next Book.

Di recente la conduttrice napoletana doveva fare una nuova diretta, ma purtroppo si è presentata in ritardo all’appuntamento a causa di un piccolo incidente domestico. La professionista ha poi iniziato l’episodio abbastanza turbata svelando ai follower cosa le era capitato.

La figlioletta Cora romane chiusa in bagno: panico

Ovviamente non è accaduto nulla di grave, ma la figlioletta Cora era rimasta chiusa in bagno scatenando il panico in famiglia. A risolvere la vicenda ci ha pensato il primogenito Guido Alberto che, nonostante abbia sette anni ha avuto una geniale intuizione. Il ragazzino ha detto alla madre: “Togli la chiave e ne mettiamo un’altra”.

Una soluzione efficace che ha permesso alla conduttrice di Vieni da me di liberare la secondogenita che nel frattempo era scoppiata a piangere per la paura. Ovviamente sono dei piccoli incidenti che possono capitare tra le mura domestiche, soprattutto ai bambini. Naturalmente la Balivo non ha potuto nascondere l’agitazione che le ha causato questo contrattempo.

Caterina Balivo e il marito litigano in diretta social

Subito dopo Caterina Balivo ha avviato la diretta sul suo profilo Instagram dando vita ad una nuova puntata di My Next Book, ma prima ha lanciato una frecciata velenosa al marito Guido Maria Brera. I due coniugi hanno avuto un leggero battibecco live mentre i follower assistevano al loro siparietto: “Non sai cosa è successo nel frattempo con i tuoi figli, Cora è rimasta chiusa in bagno prima! E tu dov’eri? Di là a lavorare”.

Nel frattempo gira voce che Vieni da me, L’Eredità e La prova del cuoco potrebbero tornare dopo il 3 maggio 2020, ovvero alla scadenza del decreto emesso dal Governo per frenare l’epidemia da Covid-19. C’è da sottolineare, però, che tale legge potrebbe di nuovo essere prolungata.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!