Victoria Cabello la conduttrice racconta: “Paralizzata e muta per una zecca”

Victoria Cabello
Victoria Cabello

La quarantena di Victoria Cabello più leggera rispetto ad altre cose che ha vissuto, la conduttrice ha rischiato la vita per la malattia di Lyme

Anche Vittoria Cabello, come tanti altri personaggi famosi, sta vivendo la sua quarantena. La conduttrice è tranquilla e serena e stare a casa non le pesa, soprattutto se pensa di cosa ha affrontato in passato. Proprio così, la Cabello ha vissuto altre quarantene nella sua vita! Quando? E perché?

In un’intervista rilasciata ai microfoni di “Mezz’ora con il Corriere” Vittoria ha rivelato che questo periodo di quarantena è molto diverso da quello che qualche anno ha vissuto a causa di alcune patologie. L’attrice ha raccontato di essere rimasta quasi paralizzata e che non poteva neanche mangiare. Una situazione decisamente ben diversa da quella che sta vivendo attualmente, visto che è a casa ma sta bene e non soffre di alcunché.

Vittoria Cabello e la malattia trasmessa dalla zecca

Durante la sua quarantena di qualche anno fa Victoria Cabello ha rischiato di essere definita una pazza. Tutto è iniziato da una malattia trasmessa da una zecca che ha contratto ma che non ha preso dal suo cane. L’attrice e conduttrice ha cominciato a stare molto male, e ad un certo punto non poteva neanche più camminare.

Ma non solo! Oltre ai problemi fisici, ha dovuto lottare anche con i medici che non avevano capito cosa avesse realmente. Infatti, la Cabello ha dovuto combattere per farsi ascoltare e per trovare la vera causa della sua condizione. I medici le dicevano che non aveva nulla e che doveva tornare al lavoro, solo così sarebbe stata meglio.

La Cabello e la malattia di Lyme

Per un anno i medici le hanno detto che era depressa e che la sua condizione derivava dal suo stato psichico. Ma Victoria Cabello non si è fermata e ha insistito per far capire che non era vero e che il suo stato era dovuto a qualcos’altro. Oltre a non poter camminare, la conduttrice non riusciva neanche a parlare, dimenticava tutto, era ridotta veramente male.

Alla fine è arrivata la diagnosi, terribile ma era meglio così. Si trattava della malattia di Lyme, che l’ha fatta soffrire per ben tre anni, ma che per fortuna ha sconfitto. A causa della malattia non ha potuto lavorare e si sentiva spossata e priva di energie. Ecco perché la quarantena oggi le sembra facile da affrontare, almeno sta bene!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!