Gabriele Defilippi ha il Coronavirus: è fuori dal carcere

Gloria Rosboch e Gabriele Defilippi
Gloria Rosboch e Gabriele Defilippi

Maria Mores, l’anziana madre di Gloria Rosboch, lamenta il fatto che Gabriele Defilippi, l’assassino di sua figlia, sia libero. Il giovane, positivo al ;”>Coronavirus, è attualmente fuori dal carcere, per motivi di sicurezza. Ma è solo un provvedimento momentaneo.

Gloria Rosboch, insegnante 49enne, scomparve misteriosamente il 13 gennaio 2016 da Castellamonte (Torino). Gli inquirenti trovarono il corpo della 49enne alcune settimane dopo, nella vasca di scolo di una discarica abbandonata. Responsabile dell’omicidio Gabriele Defilippi, ex studente di Gloria, condannato a 30 anni di reclusione.

Gabriele Defilippi positivo al Coronavirus: è stato scarcerato

Alcune settimane fa, Gabriele Defilippi è risultato positivo al Covid-19. A causa di ciò, il 26enne è stato prima in isolamento, per poi essere scarcerato. Come leggiamo da Giallo, Gabriele starebbe trascorrendo la quarantena in un’abitazione sita in via Parma a Torino, messagli a disposizione dalla madre Caterina Abbattista.

La notizia ha provocato nuovo dolore per la famiglia di Gloria che, dopo l’omicidio della figlia, ha dovuto digerire anche la scarcerazione, seppur provvisoria, di Gabriele Defilippi. È lecito supporre che, unga volta guarito e superata la fase di quarantena, il 26enne tornerà regolarmente in prigione. Gabriele Defilippi è stato sottoposto a tampone, in quanto manifestava, seppur in forma lieve, i sintomi tipici da Covid-19: febbre, leggero mal di testa e tosse.

Presentata l’istanza di scarcerazione

Vista la situazione, l’avvocato di Gabriele Defilippi ha presentato l’istanza di scarcerazione. Questo, al fine di permettere al suo assistito di trascorrere un periodo al di fuori del carcere delle Vallette a Torino. Gabriele, infatti, avrebbe potuto essere veicolo di contagio nei confronti di altri carcerati e del personale della struttura in cui sta scontando la pena.

Secondo quanto appreso da Giallo, l’assassino di Gloria Rosboch non può comunicare con nessuno dall’appartamento in cui è costretto: né fisicamente, né telefonicamente. Solamente sua madre Caterina è autorizzata a consegnargli il cibo ed oggetti di prima necessità. Peraltro, il ragazzo dovrebbe essere controllato continuamente. Al momento, non è dato sapere se è stato effettivamente disposto un presidio fisso soltanto per Gabriele Defilippi.

Maria Mores teme che, in qualche modo, Gabriele possa allontanarsi senza destre sospetto e farla franca alle autorità, nonostante il severo divieto posto nei suoi confronti. Secondo la madre di Gloria, Gabriele Defilippi non è certo il tipo di persona che se ne sta tranquilla in casa. La donna, che vive con il marito Ettore Rosboch presso la villetta di Castellamonte (la stessa in cui viveva un tempo anche la loro figlia) ha preferito non dare giudizio su quanto disposto dalle autorità.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!