“La situazione è precipitata, ero preoccupata”: Milly Carlucci, lo sfogo sul figlio Patrick e su Ballando con le Stelle

Milly Carlucci
Milly Carlucci

Milly Carlucci intervistata dal magazine Vero

Circa venti giorni fa su Rai Uno doveva prendere il via la 15esima edizione di Ballando con le Stelle, il format di danza condotto da Milly Carllucci. Purtroppo l’emergenza sanitaria per il Covid-19 ha costretto i vertici della Rai a rinviare il programma a data da destinarsi. Nel nuovo numero del magazine Vero è contenuta una lunga intervista alla professionista abruzzese che ha parlato della situazione in Italia e di un particolar che riguarda il figlio Patrick.

La conduttrice ha raccontato che erano in teatro già a fare le prove quando, purtroppo la situazione è precipitata. All’inizio avevano riorganizzato la trasmissione sulla base delle nuove misure di sicurezza e stavano preparando delle coreografie studiate in modo tale da garantire l’assenza di contatto fisico tra ballerini e allievi. Poi, però, i dirigenti hanno bloccato tutto. Tuttavia la donna insieme agli autori ha continuato a lavorare per la prossima stagione.

La professionista abruzzese approva la decisione della Rai

Intervistata dal magazine Vero, Milly Carlucci ha detto di essere d’accordo con i vertici della Rai di rinviare Ballando con le Stelle 15. La professionista pare ottimista e tornerà sul piccolo schermo appena avrà l’ok dai dirigenti. Poi la donna ha rivelato che i ballerini professionisti del programma stanno continuando a a fare le lezioni ai concorrenti assegnati attraverso le video chiamate.

Inoltre la Carlucci negli ultimi giorni ha lanciato “Io resto a casa show”. So tratta di un format che va in onda sui social dove quotidianamente due vip si sfidano in un’arte diversa davanti alla fotocamera.

Milly Carlucci parla del figlio Patrick

Oltre ad essere un’ottima professionista, Milly Carlucci è anche una madre molto premurosa. Ricordiamo che la padrona di casa di Ballando con le Stelle ha due figli grandi, ovvero Angelica e Patrick. E proprio su quest’ultimo che la presentatrice Rai era in apprensione.

Il ragazzo lavora in Inghilterra e lì il blocco è arrivato con molto ritardo. Intervistata da Vero la donna ha detto: “Ero preoccupatissima perché all’inizio, l’azienda in cui è impiegato mio figlio lavorava normalmente e quindi lui non poteva isolarsi a casa. Poi, per fortuna, si sono allineati con le misure prese dagli altri Paesi”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!