Itziar Ituno l’ispettrice della serie tv “La casa di carta” ha il coronavirus

Itziar Ituno
Itziar Ituno

Itziar Ituno guarisce dal Coronavirus e punta il dito contro il Governo spagnolo per l’assistenza sanitaria

L’attrice Itziar Ituno de La casa di carta, ovvero quella che interpreta Raquel Murillo, ha contratto il Coronavirus. Lisbona, ha fatto preoccupare non poco i fans. Chi segue il telefilm cult sa molto bene che l’attrice è giovane e bella però, chiaramente si è preoccupata per quello che poteva succedere. Finalmente, però la donna ha sconfitto questa patologia.

Ora sta bene, ha detto ai suoi followers che bisogna fare molto attenzione per cercare di non contrarre il Coronavirus, però purtroppo lei era stata contagiata. Cercare di tenere sotto controllo la situazione, si è impegnata affinché riuscisse nuovamente a stare bene.

Itziar Ituno e i sintomi del Coronavirus

L’attrice Itziar Ituno ha annunciato di essere guarita da Coronavirus qualche giorno fa. Infatti, l’interprete di Raquel Mourillo ha spiegato che la malattia è stata dolorosa, dura e l’ha condivisa con il suo compagno che non appartiene al mondo dello spettacolo. I due, infatti si sono trovati a dover affrontare questo brutto momento però per fortuna è andato tutto bene.

Ha voluto rispondere ad un’intervista, spiegando quello che ha superato. Nel corso dell’intervento radiofonico, ha puntato il dito contro il Governo spagnolo dicendo che questo brutto periodo è stato molto complesso da superare. Il governo spagnolo, secondo l’attrice, doveva essere molto più attento nel cercare di arginare il contagio da Coronavirus.

Le accuse al Governo spagnolo

Le accuse dell’attrice Itziar Ituno nei confronti del governo spagnolo sono abbastanza forti. Dice che questa esperienza l’ha cambiata molto, soprattutto perché il Coronavirus costringe a rallentare e a fare molta attenzione al corpo. Ha cercato di cambiare se stessa ed ha avuto paura perché di fatto non si è sentita protetta da un buon sistema sanitario. Ecco perché ha voluto specificare che questa lezione nel pianeta è un po’ per tutti per capire che bisogna investire sulla sanità e non su altre cose.

E’ impensabile che le persone devono essere attaccate a un respiratore e si deve temere per la propria vita. Ecco perché bisogna quindi prevedere un investimento in questo senso, perché altrimenti si corrono dei rischi molto seri. Per fortuna la donna adesso sta bene.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!