Maiale inseguito da poliziotti: video ripreso dalle telecamere degli agenti

Maiale inseguito da poliziotti

Un maiale inseguito dai poliziotti ha a sua volta dato la caccia agli agenti per ben 45 minuti prima che alla fine uno di loro riuscisse ad intrappolarlo in un bidone della spazzatura. L’intero episodio è reso ancora più esilarante dal fatto che gli agenti di polizia indossassero telecamere per il corpo. La qual cosa vuol dire che tutto è stato ripreso e poi postato sui social.

Maiale inseguito da poliziotti: episodio in Connecticut

Fondamentalmente del maiale inseguito da poliziotti, è stata resa nota tutta la vicenda. Sembra infatti che tre agenti di polizia di Stamford, nel Connecticut, abbiano risposto ad una segnalazione lo scorso venerdì sera. Il loro scopo era quello di provare a catturare il maiale in fuga, ma la cosa si è dimostrata molto più difficile di ciò che si pensava.

Gli ufficiali Michael Nguyen, Louis Vidal e Nicholas Gelonesi hanno trascorso quasi un’ora a correre nel giardino sul retro della proprietà all’inseguimento di un grosso maiale nero. Sebbene ora ci Rodano su, sicuramente l’impresa non è stata come speravano.

Tutti i tentativi andati male

Il maiale inseguito da poliziotti non è stato affatto vittima di violenza come mostra anche il filmato. Tuttavia per gli agenti è stato un corri corri generale, conclusosi solo grazie ad un bidone della spazzatura con cui hanno bloccato il suino. Uno degli ufficiali aveva cercato di catturare l’animale lanciandogli la lattina, ma il tentativo era andato in fumo. Per cui non potevano fare altro che corrergli dietro. E infatti, il video termina proprio quando gli agenti hanno finalmente imprigionato l’animale nel cestino di plastica.

Che fine avrà fatto il maiale?

Ma che fine avrà fatto il maiale inseguito da poliziotti?  Secondo quanto dichiarato, pare che l’animale ora riposi al sicuro presso il Centro di controllo e cura degli animali di Stamford mentre la polizia cerca di localizzare il legittimo proprietario.

A giudicare da alcune delle fotografie, la lotta per la libertà di quel povero maiale è costata un bel lavoro fisico agli agenti, e la prigionia all’animale stesso. Ad oggi comunque, dopo essersi calmati e averci riso su, i tre agenti vogliono andare a fondo alla questione. Stanno provando cioè a scoprire se l’animale appartenga a qualcuno e se così fosse perché è finito a girovagare per i giardini altrui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!