Covid-19 e vacanze al mare, Brusaferro: ‘Assembramenti non consentiti’

Covid-19 e vacanze al mare

Che ne sarà delle vacanze degli italiani in questa situazione sanitaria? Le disposizioni di sicurezza rese necessarie per contenere i contagi da Covid-19 impongono regole e nuove abitudini, da mantenere anche nei luoghi di vacanza. Brusaferro, dell’Istituto Superiore di Sanità, ha fatto chiarezza.

Covid-19, Brusaferro: ‘Lo sforzo sta dando risultati positivi’

Il presidente dell’Istituto Superiore della Sanità Silvio Brusaferro ha rilasciato un’interessante intervista alla trasmissione I Lunatici di Rai Radio 2. In questa occasione, Brusaferro ha ricordato quanto il nostro Paese sia ancora in una fase delicata; tuttavia, gli sforzi dei cittadini e della classe dirigenziale pare aver dato risultati positivi. I casi di contagio calano, così come i decessi. Dato ancor più importante, le terapie intensive, prima al collasso, di stanno lentamente svuotando.

Tuttavia, dichiara Brusaferro, occorre fare attenzione alla cosiddetta Fase 2, nella quale ci sarà una graduale riapertura delle attività e delle uscite dei cittadini. La vita non tornerà alla completa normalità e si dovrà procedere con cautela, per evitare che ci sia una seconda ondata da contagi Covid-19. Tutto finirà solo quando verrà reso disponibile il vaccino per tutti i cittadini.

Brusaferro rimarca la necessità di monitorare i comportamenti e di attenersi alle regole che ci verranno date, in primis quella di mantenere sempre il distanziamento ed evitare assembramenti. Il 90% della popolazione italiana è ancora suscettibile al Covid-19, ricorda il Presidente dell’ISS. Una percentuale altissima, che va tutelata al massimo. Dunque, dovremo ancora convivere con il Coronavirus, anche ad emergenza passata. Brusaferro ha poi menzionato ed elogiato il lavoro magistrale dei ricercatori italiani, impegnati a trovare farmaci efficaci e un vaccino che sarà la soluzione definitiva.

Vacanze ai tempi del Coronavirus

Non solo in Italia i ricercatori sono al lavoro per trovare un vaccino. In molti Paesi del mondo, ci sono vaccini in fase di sperimentazione, ad ora solo su animali. Il vaccino per sconfiggere il Covid-19, dice Brusaferro, dovrà essere testato sull’uomo e messo a disposizione solo quando sarà completamente sicuro.

Riguardo le vacanze che ci aspettano, non si hanno risposte certe. Come detto, il 90% della popolazione non ha le difese immunitarie per contrastare il Covid-19, dunque occorre la massima attenzione. Brusaferro ricorda che sarà di primaria importanza evitare assembramenti e raduni.

Ancora ignote dunque, le modalità e le misure precauzionali che adotteranno gli stabilimenti balneari, tanto per fare un esempio. Brusaferro ha precisato che dal 4 maggio si procederà con calma, passo dopo passo. Dimentichiamoci però concerti, feste in spiaggia, sdraio e ombrelloni messi fianco a fianco. La distanza di un metro e mezzo almeno verrà rispettata, così come il distanziamento sociale. Intanto, si attende la conferenza di Conte prevista per questo pomeriggio, 21 aprile 2020.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!