Guido Meda colpito da un doloroso lutto, lo straziante addio del giornalista

Guido Meda
Guido Meda

E’ morta la mamma di Guido Meda, il giornalista distrutto dal dolore mostra la sua disperazione per questa grave perdita

E’ morta la mamma di Guido Meda, il famoso giornalista sportivo. La donna è deceduta nelle scorse ore e il giornalista ha pubblicato un post su Instagram dedicato a lei. Voce incontrastata del motociclismo italiano, il giornalista nel suo post ha usato un tono che mostra l’affetto sviscerato che aveva per la mamma. L’ha ringraziata per essere stata sempre presente nella sua vita e per aver dispensato amore e gioia.

La donna non gli ha mai fatto pesare il fatto di sentirsi indispensabile nella sua vita, ma lo era veramente. Il giornalista è stato cresciuto in un clima di grande amore, coccolato e sempre protetto. Tutti le volevano bene e chi la conosceva non poteva fare a meno di affezionarsi a lei. Meda ha parlato a lungo della madre nel suo post, toccante e commovente.

Guido Meda e l’amore per la madre

Le parole di amore e di affetto scritte con il cuore da Guido Meda mostrano quanto rispetto e quanta stima avesse il giornalista per la donna. Nel post ha parlato di una persona comprensiva oltre ogni limite, paziente e affettuosa, che li coccolava con baci e carezze. Ha anche parlato delle favole che inventava sulla Fiat 124 e sulla Alfa Giulia, che lui ancora oggi ricorda con nitidezza.

Ha anche accennato alle ninne nanne cantate dalla sua mamma per farli addormentare. Infine, le ha anche detto grazie per aver rivolto una preghiera per tutti loro, ovunque essi erano. Parole di grande amore, che Meda scrive di getto come se la donna lo stesse ascoltando. Sono parole di omaggio a quello che lei ha rappresentato nella sua vita.

Il giornalista voce ufficiale della MotoGp

Il giornalista è stato molto legato alla madre, da sempre. Lei è stata fondamentale per dare ai suoi la forza per proseguire nei loro sogni e realizzare ciò che volevano. Non ha mai imposto nulla ma li ha guidati con discrezione e senza perdere mai la sua dolcezza.

Il giornalista, diventato famoso tra gli anni ’90 e gli anni 2000, è stato conduttore delle edizioni giornaliere di Studio Sport. In seguito è stato assegnato come voce ufficiale della MotoGp. Per tantissimi anni a Mediaset, il giornalista si è poi trasferito a Sky dopo che l’emittente ha acquisito i diritti della MotoGp.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!