“Io e te insieme abbiamo fatto…”: Francesca Fialdini e Andrea Vianello, imbarazzo in studio

Francesca Fialdini
Francesca Fialdini

Grande imbarazzo a Da noi…A ruota libera

Domenica 26 aprile 2020 alle 17:35 su Rai Uno è andato in onda un nuovo appuntamento di Da noi…A ruota libera. La padrona di casa Francesca Fialdini ha avuto come ospite, in collegamento via Skype, la cantante Rita Pavone. Subito dopo aver parlato con lei, l’ex conduttrice de La vita in diretta ha fatto entrare in studio il giornalista Andrea Vianello.

E proprio in quell’istante l’ex collega di Tiberio Timperi ha asserito: “L’imbarazzo è altissimo in questo momento”. A quel punto il nipote del grande Edoardo Vianello ha affermato: “Si, perché io e te abbiamo lavorato insieme. La “capa”, però, eri tu. Io lavoravo dietro le quinte, formalmente ero io il capo, ma in realtà “capa” lo eri tu, perchè facevi sempre di testa tua”. In poche parole l’uomo si riferiva a La vita in diretta di qualche anno fa dove lui lavorava dietro le quinte.

Francesca Fialdini intervista Andrea Vianello

A quel punto Francesca Fialdini, padrona di casa di Da noi…A ruota libera ha detto: “Io non so, però, se sono in grado di intervistarti”. La risposta di Andrea Vianello non si è fatta attendere dicendole di provarci.

Dopo questo divertente siparietto, finalmente è partita l’intervista vera e propria, il giornalista ha parlato della grave malattia che lo ha colpito qualche tempo fa, ovvero dell’ictus. “Non riuscivo più a parlare. Avevo le parole in testa, ma non ero in grado di pronunciarle”, ha detto Vianello che qualche settimana fa è stato colpito da un gravissimo lutto familiare.

Da noi…A ruota libera si allunga?

Nello stesso appuntamento di Da noi…A ruota libera in onda domenica 26 aprile 2020, Francesca Fialdini ha intervistato anche l’attrice e cantante Serena Rossi, ma anche Cesare Bocci, Massimiliano Ossini e altri.

Ad oggi non sappiamo se il programma domenicale di Rai Uno terminerà a fine maggio, come era previsto inizialmente, oppure, come quasi tutte le altre trasmissioni della tv di Stato, verrà prolungato fino alla fine di giugno 2020. A questo punto attendiamo informazioni ufficiali da parte dei vertici di Viale Mazzini.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!