Cane in lacrime per il suo peluche messo in lavatrice: padrona gira video

Un cane il lacrime per il suo peluche è stato fotografato dalla padrona, mentre era davanti l’oblò della lavatrice. Il bassotto di tre anni Pickle ha pianto e battuto sulla porta della lavatrice per il ciclo di un’ora mentre guardava il suo giocattolo preferito con la bacchetta di pollo che girava e rigirava.

Cane il lacrime per il suo peluche: la “disperazione” di Pickle

Il cane in lacrime per il suo peluche, ha abbaiato e inveito contro la lavatrice per un’ora. Secondo la spiegazione della sua padrona, si rifiutava di lasciare la visuale del suo giocattolo preferito con la bacchetta di pollo per paura di non rivederlo più.

Il bassotto di tre anni non va mai da nessuna parte senza il suo amato peluche, da quando Babbo Natale glielo ha consegnato a Natale. Anzi, lo porta persino a letto con lui. È arrivato in un set che conteneva anche un hamburger e patatine, ma quando quel cucciolo dolce si è reso conto di non riuscire a trasportarli sempre tutti e tre insieme ne ha scelto uno solo. E quella coscia di pollo è diventata la sua amica inseparabile.

La decisione di lavare il peluche

La proprietaria di Pickle, Rebekah Taylor, aveva però deciso che fosse ora di dare una ripulita ai giochi del suo cucciolo. Così ha trovato l’escamotage di distrarlo con delle leccornie in giardino in modo che potesse intrufolarsi nella sua cuccia e infilare il peluche nel bucato. Tuttavia prima che Rebekah potesse azionare la macchina, Pickle ha intuito che gli mancasse il suo migliore amico. Ha guardato l’oblò e ha visto il suo giocattolo. Ha iniziato ad abbaiare e graffiare il robot che lo teneva prigioniero.

Incapace di salvarlo, Pickle si è messo lì seduto a piagnucolare e non ha mai mollato lo sguardo dal suo peluche. La padrona non riusciva a tirar su di morale il cane in lacrime per il suo peluche, fino a quando il lavaggio non si è concluso e Pickle ha cominciato a scodinzolare.

Le dichiarazioni di Rebekah

Dopo aver mostrato le foto del suo cucciolo, queste ultime hanno fatto subito scalpore sui sociale. Nel mentre Rebekah ha spiegato che “Non so come Pickle abbia potuto sentire l’odore del suo giocattolo attraverso la porta della lavatrice, ma l’ha trovato subito. Ha iniziato ad abbaiare contro di me. Come se volesse che lo tirassi fuori “. Il ciclo di lavaggio è durato un’ora e Pickle è rimasto vigile lì tutto il tempo. Anche quando non riusciva più a vedere il suo giocattolo, sapeva ancora che fosse lì. La padrona ha spiegato che dopo averlo tirato dalla lavatrice, il cane in lacrime per il suo peluche ha preso il giocattolo ed è corso via.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!