The Flash, Grant Gustin confessa: ‘Produzione a rischio, futuro incerto per la serie’

L’attore protagonista della serie ha svelato le incertezze per la produzione e la sua presenza nelle prossime stagioni

The Flash 6: la serie si interrompe a causa del Coronavirus

L’emergenza legata al Coronavirus ha costretto molte produzioni cinematografiche e televisive a fermarsi. Questo è successo anche per The Flash 6. La serie è stata creata da Greg Berlanti, Andrew Kreisberg e Geoff Johns e sta andando avanti anche dopo la chiusura della sua serie madre Arrow.

La sesta stagione ha messo a dura prova Barry Allen (Grant Gustin) e il team Flash. Questa volta il nemico è l’organizzazione chiamata Black Hole. Iris (Candice Patton) è stata rapita e intrappolata in un’altra dimensione per poi essere sostituita da un clone. Barry ha capito che la sua Iris si trovava in pericolo e adesso deve fare di tutto per salvarla senza i suoi poteri, svaniti dopo la morte della Forza della Velocità.

La stagione dovrà interrompersi all’episodio 19, ma gli autori hanno rivelato che non è proprio un male. La storia si concluderà comunque con un grande colpo di scena e questo darà loro modo di rivedere la storia per il futuro. Ma a proposito di futuro, quale sarà quello della produzione della serie?

Grant Gustin: ‘Futuro incerto per la serie’

Grant Gustin, volto ormai molto amato delle serie tv, è intervenuto nel podcast di successo “Inside of you” di Michael Rosenbaum (l’interprete di Lex Luthor in Smallville, ve lo ricordate?). Ebbene, in quell’occasione Grant ha spiegato che i lavori sono completamente fermi e che non ha nessuna idea di quando riprenderanno. Questo significa che non è detto che The Flash 7 arrivi il prossimo ottobre.

Inoltre, Grant ha firmato soltanto fino alla stagione 7. L’attore ha svelato che i colloqui per l’ottava e la nona stagione erano iniziati ma poi tutto si è fermato a causa del Coronavirus. Questo significa che è davvero tutto in sospeso e che non si sa se e quando ci saranno altre stagioni della serie.

I problemi di ansia di Grant Gustin

Grant Gustin ha dato un contributo importante al progetto di Michael Rosenbaum, il quale sta cercando di scavare dentro le celebrità del piccolo schermo. Grant ha raccontato della sua ansia e insicurezza. Non voleva nemmeno presentarsi ai provini per il ruolo di protagonista di The Flash.

Inoltre, pensa costantemente di non aver lavorato abbastanza per quello che ha, che ci può essere sicuramente qualcun altro che se lo merita più di lui. Ma mentre l’attore cerca di affrontare questi problemi, i suoi fan lo vogliono nel ruolo del velocista scarlatto anche al cinema.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Diana Cavalieri: Sono sempre stata molto curiosa. Per questo ho sempre guardato molta televisione, seguito personaggi noti e divorato film e serie tv. Dopo essermi laureata, ho unito questa curiosità alla passione per la scrittura.