Coronavirus, Conte: “C’è ancora molta strada da fare”

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte ha confermato che la linea politica usata oggi è la stessa di ieri. Il premier, intervistato a La Stampa, ha replicato a quanto affermato dal segretario della difesa USA, Mark Esper durante un’intervista che ha avuto come argomenti le alleanze geopolitiche e le relazioni con Cina e Russia.

Circa la tematica Coronavirus, Esper aveva detto che la Russia e la Cina si starebbero approfittando della situazione attuale per favorire i loro interessi. Il segretario della difesa statunitense aveva invitato, inoltre, il nostro paese a fare attenzione. Nel corso di un’altra intervista ad Affari Italiani, il premier ha parlato anche della politica interna, affermando come l’instabilità sarebbe un danno “gravissimo”.

Coronavirus, Conte conferma: “Agito in piena trasparenza”

Giuseppe Conte ha replicato al segretario della difesa USA, Mark Esper, riguardo l’emergenza del Coronavirus in Italia. Il premier ha dichiarato che il nostro paese, durante il periodo di massima necessità, ha ricevuto l’aiuto da parte di molti paesi. Tra i benefattori, Conte ha menzionato anche Cina e Russia, che Esper ha, invece, tanto criticato. Conte ha assicurato che il governo ha gestito il tutto in piena trasparenza tanto nei confronti dell’opinione pubblica, quanto verso gli alleati dello stato italiano.

L’ex professore di diritto privato ha, in seguito, voluto ricordare il particolare memorandum di sostegno da parte di Donald Trump all’Italia, equivalente a 100 milioni di dollari. Il presidente USA, secondo le dichiarazioni di Conte, avrebbe preannunciato tale memorandum al premier, nel corso di una cordiale conversazione telefonica.

Tensioni nella maggioranza

Il presidente del consiglio ha preferito non dilungarsi riguardo la geopolitica di chi aiuta, piuttosto, ha voluto parlare di quella di chi ha ricevuto, confermando che la geopolitica attualmente osservata dal governo italiano “è identica a quella di ieri”. Nel corso della precitata intervista ad Affari Italiani, Giuseppe Conte ha, invece, speso alcune parole riguardo la tensione all’interno della maggioranza. I buoni propositi del premier sono i seguenti: mettere al sicuro il paese, tutelare la salute della popolazione, sostenere i bisognosi e rilanciare l’economia facendo ripartire la produzione.

Il presidente del consiglio ha invitato gli alleati di governo a dire la loro, offrendo utili suggerimenti. Giuseppe Conte non ha minimizzato, annunciando un lavoro lungo e gravoso dove tutti avranno la possibilità (e il dovere) di dare un contributo per migliorare la situazione.

Di nuovo, rivolgendosi agli alleati, Conte ha detto che nessuno, in teoria, nutre interesse ad intralciare, ora come ora, il lavoro del governo. Un’azione contraria sarebbe “incomprensibile” dinanzi agli italiani. Una situazione di instabilità politica, non farebbe altro che indebolire la posizione del nostro paese in Europa.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Marco Della Corte: