Paolo Bonolis, il conduttore Mediaset ammette: “Soffro di claustrofobia”

Paolo Bonolis
Paolo Bonolis

Nel corso dell’intervista al settimanale TV Sorrisi e Canzoni, Paolo Bonolis ha parlato del modo in cui sta affrontando la quarantena e il lockdown che ha interessato l’Italia, a causa del Coronavirus. Il conduttore di Ciao Darwin e Avanti un altro! ha condiviso la sua fortuna e felicità, affermando di avere una grande casa ed una grande famiglia. Paolo non si lamenta, in quanto farlo sarebbe una mancanza di rispetto nei confronti di chi è costretto a vivere in un monolocale.

Tuttavia, anche Paolo Bonolis sente delle mancanze tipiche di questo periodo di pandemia che ha rivoluzionato la vita, il lavoro e la quotidianità di tutti gli esseri umani. Quali sono? Ebbene: il mare, la gioia di pranzare al ristorante e andare al cinema. Paolo Bonolis ha ammesso, inoltre, di soffrire di una “claustrofobia dell’anima”.

Paolo Bonolis: quando tornerà Avanti un altro?

Con l’inizio della Fase 2 e la riapertura parziale di alcune attività, anche lo staff di Avanti un altro! si è riunito, con il rispetto, ovviamente, di tutte le misure sanitarie del caso. Tra queste, ricordiamo il distanziamento sociale di un metro e l’utilizzo delle mascherine.

L’incontro è stato documentato da foto e stories postate su Instagram della moglie di Paolo Bonolis, Sonia Bruganelli. Al momento, non è dato sapere se lo staff si è riunito per prendere decisioni in merito alla riapertura del programma o per discutere di altri progetti televisivi. Tuttavia, come specifica il portale Solo Donna: “Qualcosa bolle in pentola”.

Ancora repliche su Canale 5

Intanto ogni sabato sera su Canale 5 continuano ad andare in onda le repliche di Ciao Darwin. Nonostante siano puntate già viste, il pubblico italiano continua ad apprezzare la divertentissima conduzione di Paolo Bonolis e Luca Laurenti del programma in cui si sfidano due gruppi rappresentanti una determinata categoria sociale, entrambi capitanati da due vip. Repliche di successo, che continuano a sbaragliare la concorrenza Rai.

Riguardo Ciao Darwin, Paolo Bonolis ha rilasciato ulteriori dichiarazioni nel corso dell’intervista a TV Sorrisi e Canzoni. Il conduttore Mediaset ha detto che Ciao Darwin è una trasmissione dalla realizzazione molto complessa. Bonolis ha dichiarato che ci lavorano oltre 300 persone. un format che ha bisogno di essere prodotto con molta premura e minuziosità.

Lo stesso conduttore romano (ma dal cuore interista) ha ammesso di lavorarci per 7 mesi. Proprio per tale motivo è impossibile presentare un’edizione l’anno per Ciao Darwin, a differenza di un quiz show come Avanti un altro!. Ma su questo Bonolis ha scherzato: “Una pausa tra un’abbuffata e l’altra ci vuole, per non stancare il palato del telespettatore”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!