“Sono angosciata per Michelino, non lavoro da 3 mesi”: Paola Caruso, la preoccupazione per il figlio

Paola Caruso
Paola Caruso

Paola Caruso preoccupata per il suo futuro e quello del figlio

L’emergenza Coronavirus non ha tolto la vita ad oltre 30 mila persone, ma anche ha messo in ginocchio i lavoratori italiani. Tra questi Paola Caruso, l’ex Bonas di Avanti un altro che è molto preoccupata per il futuro del figlio Michelino. L’ex naufraga dell’Isola dei Famosi vive nel capoluogo lombardo lontana dalla sua famiglia, ovvero dalla madre adottiva e quella biologica che ha incontrato dopo anni grazie e Barbara D’Urso.

Rispetto ad altre persone che sono fuggite un Sud Italia, la ragazza ha preferito rimanere a Milano. Una scelta molto complicata con delle conseguenze altrettanto difficili. A parlarne è stata lei stessa attraverso una lunga intervista al magazine Nuovo.

L’angoscia di stare lontana dai familiari

Intervistata dal giornalista di Nuovo, Paola Caruso ha rivelato cosa la preoccupa di più in questo momento. In pratica è angosciata per il figlioletto Michelino che ha solo un anno. Poi ha menzionato alle sue due madri che sono lontana da lei e che non possono vedere il nipotino.

“Avrei potuto fare una fuga per raggiungere le mia mamme prima del lockdown come hanno fatto in tanti ma non me la sono sentita sia per un senso di responsabilità nei confronti delle persone che amo, sia perché non mi sarebbe sembrato corretto per il mio profondo senso civico”, ha confidato l’ex Bonas di Avanti un altro al magazine diretto da Riccardo Signoretti.

Paola Caruso non lavora da tre mesi: le frecciate al Governo e ai calciatori

Oltre alla preoccupazione per il figlio Michele, Paola Caruso è angosciata sul suo futuro professionale. La ragazza non lavora da tre mesi e non sa quando potrà tornare a farlo. Infatti la cavallerizza calabrese ha avuto un duro sfogo contro l’Esecutivo dicendo che nessuno si occupa della loro categoria perché li vedono come una classe privilegiata.

Inoltre ha fatto una stoccata velenosa contro i calciatori che si sono lamentati della riduzione del loro stipendio faraonico. “Dovrebbero ricordarsi che oltre chi compare in video ci sono anche centinaia di persone che lavorano dietro le quinte, per la realizzazione di un programma televisivo o di uno spettacolo teatrale”, ha asserito la Caruso che si è riavvicinata al suo ex Francesco Caserta solo per il bene del figlio.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!