Coronavirus, le vacanze estive secondo Fabrizio Pregliasco

Fabrizio Pregliasco
Fabrizio Pregliasco

Una certezza c’è, a causa del Coronavirus le prossime vacanze estive non saranno uguali alle altre. Bisognerà rispettare regole molto severe e, molto probabilmente, ci saranno davvero poche occasioni per stringere nuove amicizie o rafforzare quelle vecchie. Gli esperti hanno confermato che il Covid-19 sarà una minaccia anche nei mesi caldi e non si potrà sottovalutare la minaccia, neanche durante l’estate.

Recentemente, l’inviata di Grand Hotel, Lara De Laurentiis, ha intervistato il celebre virologo Fabrizio Pregliasco. Il luminare ha dato alcuni consigli su come affrontare le vacanze estive nella maniera più opportuna. In questo articolo faremo un breve sunto delle sue dichiarazioni più significative.

Coronavirus, le vacanze al mare e in montagna saranno possibili?

La prima domanda a Fabrizio Pregliasco è stata quella riguardante una possibile uscita fuori nel corso delle vacanze estive, al mare, in montagna o al lago. Il virologo ha spiegato che è ancora tutto in standby e dovremo attendere nuove disposizioni da parte del governo per analizzare la possibilità di spostamenti. Tutto dipenderà dal livello di raggiungimento di R0, un dato importante, dove la lettera R indica la replicazione del virus. Si tratta di un parametro esprimente la possibilità di contagio da parte del virus e questo vale anche per il Covid-19.

La villeggiatura

Nel caso in cui qualcuno abbia una residenza estiva, potrà andare in villeggiatura? Fabrizio Pregliasco ha dichiarato che nulla è ancora stato stabilito al riguardo. Tuttavia, il virologo ha ipotizzato che se la situazione dovesse rimanere stabile, è probabile che ci si potrà spostare da regione a regione e, di conseguenza, raggiungere la seconda casa per trascorrere le vacanze. Ovviamente, il Coronavirus non deve essere mai sottovalutato: chi ha una seconda casa non è certo immune, né se qualcuno è infetto azzera il rischio di contagio.

Come ci si dovrà comportare in spiaggia?

Alla domanda su come ci si dovrà comportare in spiaggia, Fabrizio Pregliasco ha risposto che i vari lidi si stanno attrezzando per disporre lettini e ombrelloni a distanza di sicurezza, in maniera tale da evitare il contagio. Ovviamente, tutto il resto è lasciato alla responsabilità personale ed al modo di comportarsi nei confronti del prossimo.

Pregliasco è contrario all’uso delle mascherine in spiaggia, in quanto andrebbe a compromettere la rilassatezza del soggiorno. Pregliasco è contrario anche ai box di plexiglass per separare i i bagnanti. Disinfettare simili strutture, ha detto Pregliasco, risulta essere impossibile.

Meglio il mare o la montagna?

In questa estate così particolare è meglio il mare o la montagna? Fabrizio Pregliasco non ha dubbi e consiglia la montagna, luogo in cui è più facile rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro. Passeggiare per le valli o per le zone boschive è il miglior modo per rilassarsi senza creare assembramenti e trascorrere una piacevole vacanza senza troppe preoccupazioni.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!