Decreto Rilancio: Conte conferma i 55 miliardi stanziati

Ieri 13 maggio 2020 il Premier Giuseppe Conte ha tenuto una conferenza stampa nella quale ha parlato del Decreto Rilancio e della conferma dei 55 miliardi stanziati per far fronte all’emergenza economica post Coronavirus.

La Fase 2 sta dando, almeno per ora, i risultati sperati. La curva dei contagi decresce progressivamente, anche se è ancora in target rosso. Se la situazione non peggiorerà, dopo il 18 maggio, quando si entrerà nel secondo step della Fase 2, si andrà incontro ad una progressiva riapertura di tutte le altre attività. Al momento però, gli spostamenti tra Regioni restano congelati, come ha precisato ieri Conte.

Decreto Rilancio: tante iniziative per aiutare famiglie ed aziende

Nella conferenza stampa di ieri, Giuseppe Conte ha parlato del Decreto Rilancio, che servirà a dare un aiuto concreto alle famiglie e alle aziende che hanno subito grosse perdite economiche nel corso dei mesi di lockdown reso necessario dall’emergenza Coronavirus. Riguardo gli spostamenti da una Regione all’altra, Conte ha ribadito il ”no”, ritenendo la decisione giusta e cautelativa.

Un momento di commozione c’è stato con l’intervento di Bellanova, la ministra dell’Agricoltura, che in lacrime ha detto di come ora gli immigrati invisibili siano ora ”meno invisibili”. Decisioni che avrebbero fatto vincere lo Stato e non il caporalato e la criminalità, ha ricordato Bellanova, grata per lo stanziamento di 1 miliardo e 150 milioni di euro per il settore agricolo. Il Decreto Rilancio andrà anche a sostenere aziende e settori particolarmente toccati in negativo dalle conseguenze del fermo imposto dalla pandemia che sta mettendo in ginocchio il mondo intero.

Diminuiscono i contagi ma non l’attenzione

Conte ha annunciato nella conferenza stampa del 13 maggio 2020 l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del Decreto Rilancio da 55 miliardi. Soldi che andranno sia alle aziende che alle famiglie, con la speranza che l’economia italiana torni a rifiorire.

Il Decreto Rilancio è stato dunque approvato e, nella conferenza stampa attesa per il weekend verranno dati ulteriori dettagli, oltre alle nuove disposizioni riguardanti gli spostamenti e la possibile eliminazione dell’autocertificazione. Intanto, i dati della Protezione Civile diffusi nella giornata di ieri 13 maggio sono positivi. Secondo i dati pubblicati in Italia, i casi totali di Coronavirus sono 78.457 mentre le vittime salgono a 31.106 morti, con un incremento di 195 rispetto al 12 maggio.

Buone notizie per i guariti, che nel complesso sono 112.541. I nuovi casi sono invece 888. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 893. I tamponi per accertare la presenza o meno del Covid-19 effettuati nelle ultime ventiquattro ore sono 61.973. Nonostante la decrescita, la Protezione Civile ha invitato tutti alla massima attenzione.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Anticipazioni Tv: