Lilli Gruber nei guai: “Adesso basta, non è il modo…”

Lilli Gruber a Otto e Mezzo
Lilli Gruber

Lilli Gruber sotto attacco

A seguito dei continui scivoloni di stile di Lilli Gruber alla conduzione del programma Otto e Mezzo, molti telespettatori e alcuni giornalisti chiedono che sia fatta luce sul modo che la Gruber ha di trattare con gli ospiti del programma. In una lettera arrivata direttamente a Dagospia, la famosa giornalista Carla Vanni fa il suo attacco personale e Lady Otto e Mezzo.

Dagospia non si è fatto sfuggire l’occasione ed ha pubblicato la lettera rimarcando il malcontento di molti addetti ai lavori. Quello che si contesta a Lilli Gruber è il fatto di fare domande superficiali e fuori contesto a personaggi che hanno una professione ed un peso specifico di un certo livello.

La lettera di Carla Vanni contro la Gruber

L’ex direttore di Grazia si scaglia contro Lilli proprio per quanto riguarda l’atteggiamento che ha con i suoi ospiti: “Perché non riesce ad essere obiettiva e a porre delle domande in maniera corretta ai suoi interlocutori? E soprattutto a fare agli “esperti” domande pertinenti alla loro professionalità? Perché chiedere al professor Galli, ad esempio, se va bene che lei metta sempre il tailleur e non un abito a fiorellini?“.

In effetti questo modo di agire si era visto anche qualche giorno fa quando, parlando dell’inizio della fase 2 con il presidente della regione Emilia Romania, lo aveva messo in imbarazzo lanciando una frecciatina decontestualizzata al leader della Lega Matteo Salvini.

Lilli Gruber sotto accusa anche per la conduzione

Come se non bastasse, Lilli Gruber viene ripresa anche sotto altri punti di vista. Uno fra tutti è il modo di presentarsi di fronte alla telecamera. Dando sempre il lato migliore e stando sempre attenta alla buona riuscita delle riprese rende il suo programma troppo costruito e poco realistico.

Carla Vanni infatti si fa questa domanda e si da anche una risposta: “Perché si siede sempre sull’orlo della sedia? Anche se il suo profilo, magari, mettendosi più comoda e normale, perderebbe un po’ di stilizzazione, fascinazione, personalizzazione, non darebbe un tono più naturale anche al suo talk? Perché così ci aspettiamo, e speriamo, che lei un giorno scivoli. E sarebbe molto divertente….“. Difficilmente vedremo avverarsi questa profezia anche perché Lilli Gruber ha anni di esperienza alle spalle e sa come evitare certe figuracce.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!