Stash corrompe Sabrina Ferilli con delle mozzarelle ad Amici Speciali?

Stash

La prima puntata di Amici Speciali è ormai andata in onda e sono diversi i suoi protagonisti che si sono soffermati a parlarne. Tra tutti, anche Stash ha detto la sua subito dopo il termine della puntata. Ricordiamo che il cantante dei The Kolors è stato ad un passo dall’essere eletto campione della serata. Titolo, quest’ultimo, che è poi andato ad Alessio Gaudino.

Il cantante, però, si è molto divertito durante la prima puntata di Amici Speciali e, nell’euforia si è lasciaro scappare un dettaglio molto strano. Tale particolare sarebbe riferito, in particolare, ad uno dei componenti della giuria del talent, nel dettaglio Sabrina Ferilli. Pare, infatti, che Stash abbia iniziato a corrompere Sabrina Ferilli con della mozzarella campana. Com’è andata? Vediamolo.

Stash, tentativo di corruzione

Stash si è soffermato a lungo con Billboard Italia andando a raccontare ogni singola sensazione provata ad Amici Speciali. Questo vale per il prima, per il durante e, naturalmente, per il dopo. Ad aver catalizzato il racconto del cantante dei Kolors è stata una “scenetta” vissuta insieme a Sabrina Ferilli. La donna non è nuova a lavorare con Maria De Filippi ed ha portato la sua allegria anche all’interno di Amici Speciali.

Pare che, in particolare, durante le prove che hanno preceduto la messa in onda del programma Sabrina Ferilli si soffermasse nelle sale di prova per salutare i vari allievi. Tra questi, naturalmente, è compreso anche Stash. Il ragazzo le ha chiesto, a mò di provocazione, se sarebbe stata in giuria. È ovvio che Stash sapeva già che l’attrice sarebbe stata in giuria e che le sue erano battute. Quale è stato lo scopo?

Le mozzarelle della discordia

Alla risposta positiva di Sabrina Ferilli che confermava di essere in giuria, Stash avrebbe detto “se mi dà l’indirizzo le mando delle mozzarelle ma lei non deve votarmi per forza”. Pare che dopo anche Gerry Scotti fosse entrato nel discorso. Sorridendo avrebbe detto “Ma come le mozzarelle, e a me?”.

Un’atmosfera davvero ricca di sorrisi e scherzi ed è chiaro già dal fatto stesso che i giurati scherzano tranquillamente con i concorrenti. Scherzi che non hanno avuto alcun effetto nel programma a cui tutti partecipano per una finalità benefica. “Non c’è una vera competizione, è un gioco. Veramente, c’è un ambiente di famiglia. E’ un gioco che ha la finalità di aiutare la Croce Rossa”. Una finalità indubbiamente importante in un momento come questo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Patrizia Maimone: Appassionata di scrittura, webwriter con esperienza decennale, sono convinta che le parole sono al centro del mondo. Come diceva Alessandro Baricco, "Scrivere è una forma sofisticata di silenzio".