“A Masterchef è tutto finto..”, le accuse di Carlo Cracco e Anna Moroni

Masterchef

Masterchef è un programma che ha un ottimo seguito ormai da diverse stagioni. Un talent culinario in cui gli aspiranti cuochi si sfidano, a suon di piatti, per rimanere nel programma e conquistare la vittoria finale. A giudicare i piatti vi è, naturalmente, una giuria formata da alcuni grandi chef tra cui, ad esempio, Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo.

Per le prime tre stagioni anche Carlo Cracco, noto chef veneto, ha fatto parte di questa giuria decidendo, poi, di abbandonare il programma. In una recente intervista lo chef ha deciso di vuotare il sacco e raccontare i motivi che lo hanno costretto ad abbandonare Masterchef. Cos’ha raccontato? Vediamolo.

Masterchef, talent senza alcuna verità

Carlo Cracco ha condiviso la postazione di giudice a Masterchef insieme a Joe Bastianich, Bruno Barbieri e Antonio Cannavacciuolo. Dopo alcune incomprensioni con uno di loro, Bastianich, e dopo aver riflettuto a lungo, Cracco ha però abbandonato il programma. Intervistato da La Repubblica, lo chef ha raccontato che è il suo ruolo ad averlo costretto ad andare via da Masterchef.

Le parole pronunciate dallo chef sono molto pesanti. “Se il format prevede che tu debba fare il cattivo, allora lo fai. Vedere una persona che viene trattata male fa sempre effetto in tv. Ma quel lato di me che il pubblico conosce è finito assieme alle mie partecipazioni in tv”. Poi ha aggiunto “Ma davvero la gente non comprende che si tratta soltanto di un gioco? Le persone che guardano quel che avviene in televisione pensano sul serio che sia tutto vero. Invece è soltanto show.” Questo sarebbe Masterchef secondo Carlo Cracco.

Ulteriore attacco al programma

Carlo Cracco non è l’unico ad aver dato di Masterchef una descrizione non proprio entusiasmante. Accanto a lui che ha chiaramente detto che è tutto deciso a tavolino si è schierata anche un’altra grande esperta di cucina, Anna Moroni. La chef di Ricette all’Italiana ha una lunga esperienza nel settore, la ricordiamo infatti a La prova del cuoco con Antonella Clerici. Proprio su quest’esperienza ha voluto basare il suo giudizio.

“All’inizio guardavo Mastcherchef” ha confessato la Moroni. Poi però ha aggiunto “quando ho conosciuto i personaggi che l’hanno fatto, ho capito cos’era Masterchef: un programma tutto preparato, girato, montato, non è un programma vero. Non è come fare una ricetta con Antonella”. Insomma, lo show di Sky non avrebbe nulla di vero, sarebbe interamente costuito e programmato da capo a coda.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!