Uomini e Donne, una dama si rivolge alla polizia per sporgere denuncia: i fatti

Uomini e Donne

Una dama del trono over ha fatto sapere che dopo la puntata in cui ha discusso con altre dame ha sporto denuncia. Ecco che cosa è successo

Uomini e Donne: una dama si rivolge alla polizia

Il programma di Maria De Filippi è tornato, per questo ultimo mese di programmazione, alla sua forma classica. Ovviamente Uomini e Donne sta rispettando il distanziamento sociale e in studio il pubblico è assente. Tuttavia, le vicende dei protagonisti stanno coinvolgendo molto il pubblico da casa.

Nelle ultime puntate Tina e Gemma hanno continuato con i loro litigi. L’opinionista è furiosa con la dama per aver intrapreso la conoscenza con Sirius, Nicola Vivarelli, di soli 26 anni. Inoltre, Gemma ha iniziato ad attaccare anche Valentina, la quale aveva chiesto a Nicola un incontro perché interessata a lui. Ma questo ha scatenato una reazione a catena imprevista.

Infatti, dalla gelosia di Gemma è nata una grande confusione. Valentina è uscita dallo studio piangendo, Roberta di Padua è accorsa in sua difesa davanti a tutti, Aurora ha iniziato a litigare con Gianni Sperti (che l’ha offesa pesantemente chiamandola “str***”). Una di queste protagoniste, inoltre, ha dichiarato sui social di aver sporto denuncia presso la polizia del proprio paese.

‘Criticate se volete, ma gli insulti no’

La dama di cui stiamo parlando è Roberta Di Padua. Nella giornata di ieri la dama del parterre del trono over ha dichiarato sui social che si è recata alla polizia della sua città e ha sporto querela. Non nei confronti di un protagonista del programma, ma l’ha fatto verso alcuni utenti che attraverso Instagram l’hanno insultata pesantemente.

La dama ha spiegato che non c’è niente di male se poi, dopo le puntate, riceve commenti, anche negativi sul suo comportamento. Roberta ha detto che riceve anche le critiche senza problemi, ma gli insulti non li accetta. Alcuni “personaggi” hanno esagerato di nuovo e non sono bastati i richiami precedenti.

Roberta non è di certo la prima a rivolgersi alle autorità competenti dopo aver ricevuto insulti tramite social. La stessa Maria De Filippi ha detto che quel mondo è bello, ma anche molto oscuro, dove persone nascoste dietro un nome falso possono dire qualunque cosa e persone sensibili possono risentire di questi attacchi. Secondo voi Roberta ha fatto bene a sporgere querela o ha esagerato?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!