Grandine grossa quanto una sfera caduta in Messico: “È un segno divino”

Enormi chicchi di grandine grossa quanto una sfera sono venuti giù dal cielo in Messico. Gli abitanti del posto, superstiziosi e molto fedeli, hanno definito questo strano evento come “un segno dall’onnipotente”. L’invito cioè a rimanere a casa per evitare di essere contagiati dal coronavirus.

Grandine grossa quanto una sfera: le foto pubblicate sul web

La gente del posto ha condiviso le immagini dell’evento meteorologico sui social media, commentando la curiosa formazione di chicchi di grandine che hanno confrontato con la forma del coronavirus. Le particelle di coronavirus nell’uomo sono di solito sferiche e in genere hanno grandi punte simili a corone. Il cattivo tempo, sintomo di “presagio” ancor più brutto, è stato segnalato nel comune di Montemorelos in Messico.

Secondo il meteorologo e consulente dell’Organizzazione meteorologica mondiale, Jose Miguel Vinas, la peculiare forma della grandine è in realtà un evento frequente nelle tempeste di magnitudo. Miguel Vinas ha dichiarato ai media locali: “All’interno di una tempesta, una grandine parte com una piccola forma sferica e lentamente andrà ad ingrandirsi perché accumula strati di ghiaccio”. Il meteorologo spiega che durante le tempeste molto forti, quando la pietra di grandine è già abbastanza grande e si rompe, molte si fondono tra loro, altre si rompono e si schiacciano, formando punte di ghiaccio.

Quindi ciò che sta cadendo altri non è che la formazione dischi di ghiaccio schiacciati, schiacciati in quella forma da un colpo violento o dalla fusione di chicchi di grandine di dimensioni diverse, che si traducono in questa forma a stella.

I commenti della gente del posto

La gente del posto non crede si tratti di una cosa normale. Un utente infatti sui social media ha deyyp la sua: “questo è un segno divino, Dio ha inviato la grandine a casa nostra per ricordarci di rimanere in pace”. Un’altra persona ha commentato: “È un messaggio subliminale del nostro creatore?”

Secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University, il Messico ha registrato 51.633 casi di COVID-19 e 5.332 decessi correlati. Insomma tutti sono convinti che Dio voglia metterli in guardia. Quindi se così fosse, le strade in Messico in questi giorni si libereranno dalla presenza delle persone. Anche perché non sarebbe il massimo essere colpiti da una grandine grossa quanto una sfera.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Alessia D'Anna: