Annamaria Sorrentino: indagato Gaetano Ciccarelli

A sinistra Annamaria Sorrentino, a destra il suo gruppo di amici, tra cui Gaetano e suo marito Paolo
A sinistra Annamaria Sorrentino, a destra il suo gruppo di amici, tra cui Gaetano e suo marito Paolo

Gaetano Ciccarelli risulta attualmente indagato per omicidio preterintenzionale nei confronti di Annamaria Sorrentino. Stiamo parlando della bella 29enne sorda morta cadendo dal balcone di una casa a Parghelia lo scorso agosto. Come riportato sull’ultimo numero del settimanale Giallo, la procura di Vibo Valentia ipotizza il coinvolgimento di Ciccarelli nella morte dell’ex miss Campania.

Sarebbe coinvolto nel delitto anche il marito di Annamaria, Paolo Foresta. All’uomo è stato contestato lo stesso reato dell’amico Gaetano. Il giorno della morte, assieme ad Annamaria e Paolo, vi erano altre due coppie. Erano quelle di Salvatore e sua moglie Daniela e quella di Gaetano e la compagna di questi. Annamaria e Paolo erano partiti da Melito (Napoli) per trascorrere le vacanze di ferragosto a Parghelia. Erano andati in vacanza assieme al loro gruppo.

Annamaria Sorrentino: uccisa per una relazione extraconiugale?

Annamaria Sorrentino e suo marito Paolo Foresta avrebbero convissuto con i loro amici solamente per poche ore. Un lasso di tempo caratterizzato da urla e liti violente, tanto da provocare l’intervento dei carabinieri, chiamati dai vicini di casa. Motivo del conflitto sarebbe stata una relazione extraconiugale tra Annamaria e l’amico Salvatore. Della relazione ne avrebbe parlato Daniela a Paolo prima della partenza, divenendo furioso argomento di discussione all’interno dell’abitazione di Parghelia, 48 ore prima che Annamaria perdesse la vita. Un litigio degenerato in una tragedia.

Si pensa uno scenario terribile: una volta resa nota la tresca tra Annamaria Sorrentino e Salvatore, la ragazza avrebbe subito una sorta di processo nella casa. Annamaria, una volta riconosciuta “colpevole”, avrebbe subito aggressioni (anche verbali) tanto da richiamare l’attenzione dei vicini. Secondo le testimonianze, la ragazza avrebbe chiesto disperatamente aiuto più di una volta. Come precisa FanPage, nonostante fossero sordi, tutti erano in grado di comunicare vocalmente.

Gaetano Ciccarelli: un personaggio chiave nella vicenda?

Gaetano Ciccarelli è ufficialmente entrato nell’inchiesta riguardo la morte di Annamaria Sorrentino. Fin da subito, l’uomo era stato considerato un personaggio centrale nel caso. Era stato lui a convincere i suoi amici a trascorrere una parte delle vacanze estive fuori dalla Campania. Il 34enne aveva addirittura prestato del denaro a quelli che sarebbero stati i suoi compagni di viaggio, affinché lo accontentassero. La meta decisa era stata Parghelia, in provincia di Vibo Valentia.

Sempre Gaetano, dopo l’incidente di Annamaria, avrebbe tentato di darsi alla fuga, mentre la ragazza si trovava a terra in fin di vita. Il piano del Ciccarelli non era andato a buon fine a causa dell’intervento di alcuni residenti, che lo avevano bloccato. Lo stesso Gaetano avrebbe distolto gli amici della comunità per sordi che frequentavano dall’obiettivo di partecipare alla fiaccolata in onore ad Annamaria.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!