John Peter Sloan è morto a 51 anni: considerato l’insegnante di inglese più famoso d’Italia

John Peter Sloan
John Peter Sloan

John Peter Sloan muore all’improvviso un decesso difficile da superare

John Peter Sloan nato nel 1969 a Birmingham Regno Unito, ormai da qualche anno viveva a Melfi in provincia di Agrigento, è deceduto a soli 51 anni. Attore, cantante, comico inglese si è fatto conoscere per essere un ottimo insegnante di lingua inglese, in TV, in teatro, sui social. Un insegnante davvero alternativo e simpatico che tutti avrebbero voluto avere. Sui social era seguito da molti giovani, che affermano di aver desiderato con tutto il cuore di essere seguiti da un insegnante tanto moderno anche a scuola.

Qualche anno fa, nel 2011 Aprì la prima scuola a Loreto, poi tutte le altre filiali a Roma e a Melfi trasferendosi lì con la compagna. Si occupava anche di cani randagi, aveva creato una fondazione proprio per accoglierli, dato che aveva un grande amore nei confronti degli animali.

John Peter Sloan, la sua morte lascia tutti senza parole

John Peter Sloan è morto oggi dopo essere stato ricoverato ieri sera in ospedale. La sua Agente ha spiegato che non stava malissimo, Ha sempre sofferto d’asma, aveva un enfisema, ma la situazione non era seria. Ieri sera è stato portato in ospedale perché non stava bene, nessuno però si aspettava questa fine. Qualcuno dice che molto probabilmente è morto a causa di un male del quale non sapeva nemmeno l’esistenza, altri invece pensano abbia avuto un infarto o qualcosa di simile.

Ad ogni modo il mondo da oggi in poi dovrà fare a meno di lui, sembra essere uno scherzo ed invece non lo è. La grande simpatia dell’uomo, non permetterà di dimenticarlo, fino all’ultimo è stato se stesso. Proprio qualche giorno fa aveva condiviso il suo pensiero sul lockdown, sul coronavirus e sull’estate. Diceva che secondo lui è sconsigliabile andare a fare le vacanze in Sicilia quest’estate.

Grande ammirazione nei suoi confronti, i pensieri di alcuni colleghi

Tutti hanno lasciato dei messaggi carini nei suoi confronti, qualsiasi collega di teatro e non solo. Più o meno il parere di tutti è uguale, chiunque ricorda di lui il suo modo di fare e il modo di far ridere e coinvolgere. Tra tutti spicca il commento di Maurizio Colombi che ha confermato quanto fosse una persona intelligente, oltre che un grande amico che adesso mancherà tantissimo a lui e a chi come lui ha avuto l’opportunità  di lavorarci insieme.

Tra un Ti voglio bene e l’altro si conferma l’idea che ad andarsene sono sicuramente migliori. La sua voce risuonerà sempre nelle orecchie e nella testa di tutti. Rimarrà nel cuore di Chiunque abbia avuto modo di vederlo anche soltanto una volta sola nella vita.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!