Mauro Corona le sue affermazioni lasciano tutti senza parole “hanno esagerato ma dopo tre mesi è giusto rischiare”

Mauro Corona
Mauro Corona

Le parole di Mauro Corona spiazzano tutti, lo scrittore e alpinista italiano afferma che dopo tre mesi di chiusura della movida bisogna tornare a vivere

Fa discutere Mario Corona con le sue affermazioni. Collegato con il programma Cartabianca di Bianca Berlinguer, lo scrittore e opinionista ha dichiarato che bisogna tornare a vivere. In sostanza, Corona ha giudicato il comportamento dei giovani nei giorni scorsi ammissibile.

Dopo tre mesi di assenza dalla movida, è naturale che i giovani abbiano voglia di uscire. Il fatto di non poter fare le cose come era nella normalità prima del coronavirus ha creato dei disagi. Corona ha detto che non si potrà continuare per sempre a sentirsi in colpa perché si fanno delle trasgressioni. Che poi trasgressioni non sono, ed è comprensibile che ci si voglia divertire e passare del tempo con gli amici a bere qualcosa.

Mauro Corona afferma che dopo tre mesi di lockdown bisogna uscire

Proprio parlando di tornare a vivere Mauro Corona ha spostato l’argomento sui borghi, che a suo dire stanno morendo. Ha anche detto, suscitando non poche polemiche, di mandare nelle scuole elementari i cacciatori per insegnare ai bambini come si vive in mezzo alla natura.

L’alpinista ha dichiarato che era ben consapevole di quanto stava dicendo e sapeva benissimo che qualcuno lo avrebbe criticato. Secondo lui però nelle scuole bisogna insegnare ai bambini il contatto con la natura, e solo chi ha le competenze può farlo. A suo dire gli esperti in questo caso sono il cacciatore, il boscaiolo, e anche la guida alpina. Solo questi sono i veri professionisti in grado di insegnare ai ragazzi come muoversi in un bosco, in montagna o comunque nella natura.

Proposta di Corona bocciata dagli animalisti

Ad infierire contro Mauro Corona è stato l’Ente Nazionale Protezione Animali. L’ente ha immediatamente bocciato la proposta di Mauro a Cartabianca, ovvero di mandare i cacciatori a scuola per insegnare ai bambini il contatto con la natura. Secondo l’ente chi uccide gli animali non può insegnare a nessuno niente che possa essere ritenuto utile.

Ma oltre a parlare di questa proposta durante il programma Corona ha anche fortemente criticato la ministra Azzolina. L’opinionista ha detto che non approva le sue labbra troppo appariscenti, dipinte di un rosso acceso, assolutamente inguardabili. Corona ha ritenuto che una ministra che si dipinge così le labbra non è una persona seria. Cosa dirà la Azzolina? Vedremo!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!