Clint Eastwood: il divo di Hollywood compie 90 anni

Clint Eastwood
Clint Eastwood

Domani, il divo di Hollywood, Clint Eastwood, compirà 90 anni. L’indimenticabile regista Sergio Leone ricordava l’attore come un artista avente soltanto due espressioni: “Col sigaro e senza sigaro”. Dai tempi in cui recitava negli spaghetti western diretti da Leone, quel giovanotto ne ha fatta di strada! Al giorno d’oggi, Clint è una leggenda vivente in campo cinematografico, con un curriculum vitae di tutto rispetto: regista, attore e produttore.

Clint Eastwood: una carriera invidiabile

Nella sua lunga carriera ha diretto quasi 40 film, nella maggior parte dei quali ha interpretato il ruolo del cattivo. Questo, almeno nella parte iniziale della sua carriera. Nel suo palmares, Eastwood annovera ben 5 Oscar, tra cui come miglior regista. Come ricorda l’agenzia AGI, Clint Eastwood ha vinto anche un premio alla memoria Irving G. Thalberg, una categoria di Premi Oscar spettante solamente ai migliori produttori cinematografici.

I primi passi

Nato in California, Clint Eastwood jr, meglio conosciuto come Clint Eastwood, mosse i primi passi nel mondo del cinema dopo aver terminato il servizio militare. Da giovane, Clint ebbe modo di lavorare con Sergio Leone il quale lo volle nella sua ‘trilogia del dollaro’: ‘Per un pugno di dollari’, ‘Per qualche dollaro in più’ e ‘Il buono, il brutto e il cattivo’. Dopo di ciò, chiusa la parentesi italiana, Clint Eastwood ebbe maggior rilievo a livello internazionale nei panni dell’ispettore Callaghan e grazie al film cult Fuga da Alcatraz.

Il ruolo di regista

A inizio ani ’70 Clint Eastwood intraprese la carriera di regista con grande successo. In quel periodo firmò titoli indimenticabili quali ‘Brivido nella notte’, ‘Lo straniero senza nome’, ‘Assassinio sull’Eiger’ ed altri cult. Il ruolo alla regia generò non poche soddisfazioni per il prolifico Clint Eastwood, dirigendo ulteriori lungometraggi destinati a risplendere per sempre nel firmamento del cinema, come l’avventuroso ‘Space Cowboys’ e l’inquietante ‘Mystic River’.

L’ultimo film di Clint Eastwood è ‘Richard Jewell’ del 2019. La trama è basata su una storia realmente accaduta. Protagonista una guardia di sicurezza che salvò migliaia di persone nel corso delle Olimpiadi di Atlanta del 1996, evitando l’esplosione di un ordigno. Tuttavia, quello che sarebbe dovuto essere considerato un eroe, venne scambiato dall’FBI per un terrorista. Questo evento segnò per sempre la vita professionale del malcapitato.

Un personaggio eclettico

Regista, produttore, attore e musicista, uno spirito eclettico quello di Clint Eastwood. Nella maggior parte dei suoi film il neo 90enne ha curato anche le musiche. Una carriera invidiabile, costellata da premi e grandi successi. Oltre ai cinque oscar menzioniamo anche: un Premio Cesar, sei Golden Globe e quattro David di Donatello. Non solo attore, ma anche attivista politico. Clint Eastwood non ha mai nascosto le sue idee progressiste dal punto di vista etico, in contrasto con le idee repubblicane.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!