Paolo Bonolis in sedia a rotelle in studio: il professionista romano si confessa col suo collega

Paolo Bonolis
Paolo Bonolis

Paolo Bonolis e la chiacchierata con Giorgio Panariello

Senza ombra di dubbio Paolo Bonolis e il collega Giorgio Panariello sono due mattatore del piccolo schermo. E se il primo è specializzato nella conduzione, il secondo è un attore ma anche presentatore comico. Nonostante si occupano di cose differenti, i due sono legati dal senso dell’umorismo e soprattutto la grande abilità di intrattenere i telespettatori.

Qualche giorno fa il marito di Sonia Bruganelli e il giudice di Amici Speciali si sono mostrati in una veste insolita. I due hanno fatto una lunga chiacchierata e di conseguenza il padrone di casa del game show Avanti un altro ha Sperti il suo cuore facendo delle rivelazioni inattese. Di cosa si tratta? Nel prosieguo dell’articolo troverete tutte le informazioni dettagliate.

La confessione del conduttore di Avanti un altro

Attraverso una diretta Instagram, Giorgio Panariello ha intervistato Paolo Bonolis. Quest’ultimo si è confessato a 360 gradi facendo delle rivelazioni inusuali sulle trasmissioni televisive condotte anni fa e sui progetti futuri. Durante il confronto, il noto comico fiorentino ha citato Il senso della vita, il programma di Bonolis che ormai da anni manca dalla televisione italiana.

Devi tornare a farlo, è un programma meraviglioso”, ha detto il giudice di Amici Speciali. A quel punto il marito di Sonia Bruganelli ha risposto che avrebbe il piacere di gettarsi in un nuovo progetto. Subito dopo Giorgio ha affrontato un altro discorso, ovvero sui nuovi appuntamenti del quiz Avanti un altro. A detta del professionista Mediaset, le nuove puntate a partire dal mese di dicembre 2020.

Paolo Bonolis ironizza su Ciao Darwin e fa una battuta sulla sedia a rotelle

La chiacchierata tra Paolo Bonolis e Giorgio Panariello hanno parlato anche di una possibile nuova edizione, la nona, di Ciao Darwin. A quel punto il marito di Sonia Bruganelli ha confessato che prima devono finire di mandare in onda tutte le vecchie edizioni e secondo lui ci vorranno una ventina d’anni. “Entrerò direttamente con la sedia a rotelle”, ha esclamato il presentatore capitolino.

La battuta di quest’ultimo ha fatto sorridere il collega Giorgio Panariello. Ricordiamo che i due professionisti sono legati da un’amicizia ventennale e agli inizi degli Anni Duemila era apparsi sullo stesso palco, quello di Torno Sabato, programmi di Rai Uno.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!