Arriva il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno. Il 19 gennaio 2015, secondo alcuni esperti, sarà un giorno da dimenticare.

I fattori che sono stati analizzati per giungere a tale conclusione – riporta il Daily Star – sono i seguenti: condizioni climatiche, livello del debito, tempo passato dal Natale, i bassi livelli motivazionali.

L’equazione fu messa a punto una decina di anni fa dallo psicologo Cliff Arnall, all’epoca tutor presso la Cardiff University. Secondo Arnall, il Blue Monday cade il terzo lunedì di gennaio, quando, come riportato dagli studiosi, termina il periodo di euforia portata dalle feste natalizie e ci si rende conto di dover affrontare un altro anno con le sue difficoltà e i suoi problemi.

Una curiosità giunge dall’Inghilterra. Secondo le statistiche, il giorno più triste dell’anno viene affrontato con estrema serietà dagli inglesi che decidono di chiedere un giorno di permesso dal lavoro per dedicarsi ad attività più divertenti. Inoltre, molti psicologi offrono assistenza a chiunque ne abbia bisogno, consigliando di vestirsi con colori accesi e ascoltare musica allegra.

Anche gli esperti della British Dietetic Association suggeriscono di mangiare in abbondanza per superare la depressione da blue monday: “Mangiare tanto può aiutare la gente a superare il giorno più triste dell’anno solo se non avvengono eccessi – riferisce Alison Clark della BDA – evitate caffeina e snack energetici e prendete solo cibi nutrienti per portare un po’ di gioia nel Blue Monday”.

Per il giorno più felice dell’anno bisognerà attendere ancora. Sembra, infatti, che l’opposto del Blue Monday giungerà non prima del mese di giugno. Gli stessi analisti hanno calcolato che l’Happiest Day cade intorno al solstizio d’estate, fra il 21 e il 24 di giugno.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!