Lettera di un soldato recapitata dopo 52 anni: sorpresa della sorella [Video]

Lettera di un soldato recapitata dopo 52 anni
Janice la sorella del soldato che ha scritto la lettera

Una donna dell’Indiana ha dichiarato di essere rimasta sorpresa per l’arrivo di una missiva postale, il cui mittente era il fratello. La lettera di un soldato recapitata dopo 52 anni era stata scritta durante la guerra del Vietnam.

Lettera di un soldato recapitata dopo 52 anni: il racconto della sorella Janice

Janice Tucker ha raccontato che una busta con il timbro postale del 10 maggio 2020 è arrivata a casa sua a North Vernon la scorsa settimana. La donna è rimasta scioccata nello scoprire che conteneva una lettera che suo fratello William Lone aveva scritto mentre prestava servizio in Vietnam nel 1968. Janice ha deciso dunque di chiamare suo fratello, che vive nella Carolina del Sud. Gli ha letto la lettera e lui stesso le ha confermato che ricordava di avergliela scritta, e che dunque fosse la sua. William ha detto alla sorella di aver ricordato di aver messo la lettera in una busta, di aver apposto un francobollo da 5 centesimi e di averlo consegnato a un altro soldato per spedirlo a sua sorella.

Come è arrivata la lettera?

Janice in una intervista ha raccontato che la lettera non era nella busta originale quando le è stata recapitata a casa sua. Forse qualcuno l’aveva trovata e l’aveva rintracciata al suo indirizzo attuale. Anche perché all’epoca non viveva lì.

“Il fatto che questa lettera mi sia arrivata 52 anni dopo tramite Indy è un vero mistero per me”, ha detto Tucker. “Questa non è la busta originale. Qualcuno l’ha trovata e me l’ha spedita al mio nuovo indirizzo”. Ha anche detto che la busta non conteneva molti indizi sul lungo viaggio della lettera.

I ringraziamenti a chi l’ha trovata

Grazie a chiunque abbia trovato questa lettera, grazie a chiunque me l’abbia inviata, ma soprattutto, grazie a mio fratello per essere un fratello maggiore che non ho amato e apprezzato fino a quando non sono cresciuto. E questa lettera mi fa venir voglia di onorarlo di più “, ha detto Janice in una intervista.

Ora la sua speranza è di scoprire chi ha spedito la lettera a casa sua in modo da scoprire cosa è successo alla missiva tra l’invio nel 1968 e l’arrivo a casa sua la scorsa settimana. Sebbene non sappia come risalire a quest’anima buona, le sue intenzioni sono quelle di andare a fondo alla questione. È giusto essere riconoscente con chi ha provato una forte compassione in quelle parole e ha deciso di rendere giustizia ai sentimenti di William in guerra.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!