Al Bano furioso, parole travisate: “Mai pianto miseria sulla mia pensione”

Al Bano arrabbiato: il nuovo sfogo

Qualche giorno fa Al Bano ha rilasciato una lunga intervista al magazine Diva e Donna parlando della sua situazione finanziaria. A causa del Coronavirus il cantautore non può realizzare concerti e le sua attività all’interno della Tenuta di Cellino San Marco al momento sono chiuse. Per questa ragione l’ex marito di Romina Power si è sfogato parlando anche della sua pensione.

A proposito di questo ha fatto sapere che prende poco più di 1.400 e senza le altre attività lui potrebbe reggere al massimo per un altro anno. Affermazioni che sono state riprese da numerosi quotidiani e che hanno sollevato un polverone mediatico. Per questo motivo il Maestro Carrisi ha voluto replicare attraverso una nuova intervista all’Adnkronos.

Le sue parole sono state travisate

Al noto portale Al Bano si è lamentato del fatto che le sua dichiarazioni rilasciate a Diva e Donna sono ancora una volta state strumentalizzate. Parlando della pensione che gli spetterebbe di diritto, dopo aver versato somme molto più esose, qualcuno ha ipotizzato che il Maestro Carrisi si stesse lamentando della sua situazione economica, annunciando addirittura che, da qui ad un anno, si sarebbe ridotto in miseria.

Intervenuto ancora una volta, il compagno di Loredana Lecciso ha tuonato così: “Non solo non ho mai detto queste cose ma siccome non ho ‘pianto’ miseria quando l’ho vissuta per davvero, figuriamoci oggi che, grazie a Dio, nulla mi manca. Non oserei mai sfidare o dare uno schiaffo alla provvidenza, che mi ha dato e continua a darmi tanto”.

Al Bano fa chiarezza e parla della sua pensione

Intervistato dall’Adnkronos, Al Bano ha ammesso che non sta attraversando un periodo roseo perché ha interrotto la sua tournée e la ripresa sarà dura. Tuttavia la sua azienda vinicola va alla grande e non ha risentito dei problemi legati al Coronavirus. Per il Maestro le persone bevono vino forse per dimenticare questo brutto periodo. In poche parole il cantautore salentino non ha nulla di cui lamentarsi.

Tornando alla pensione che gli spetta non era sua intenzione offendere qualcuno, a cui una somma simile potrebbe certamente fare comodo. “Grazie alle mie attività, però, ci sono oltre cinquanta famiglie a cui è garantito un reddito che con la sola mia pensione, ripeto, ben poca cosa rispetto ai versamenti effettuati fin da quando ero un ragazzino, sarebbe impensabile continuare a garantire”, ha concluso l’artista pugliese.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!