Joe Bastianich, il suo ristorante devastato, “Hanno rubato tutto..”

Joe Bastianich
Joe Bastianich

Le rivolte che si stanno verificando negli Stati Uniti a seguito dell’omicidio di George Floyd stanno avendo notevoli ripercussioni sul Paese. La devastazione regna sovrana con i rivoltosi che, in pratica, devastano tutto ciò che si trova sul loro passaggio. In questa situazione, anche Joe Bastianich è stato coinvolto dal momento che il suo ristorante è stato letteralmente messo sotto sopra.

Brutta sorpresa, dunque, per il noto chef che, in Italia, abbiamo imparato a conoscere meglio con la partecipazione a Masterchef e Italia’s Got Talent. Bastianich è davvero distrutto da questo evento che significherà doversi rimboccare le maniche in una costosa ricostruzione. Sperando, sempre, che un evento simile non si verificherà più.

Joe Bastianich, ristorante distrutto

L’afroamericano George Floyd è stato ucciso dalla polizia americana da una settimana ma i disordini di protesta non si placano. Joe Bastianich ha appena rivelato che il suo ristorante è stato preso di mira, è stato distrutto e tutto ciò che era all’interno è stato portato via. “Sono entrati e hanno distrutto tutto” ha raccontato. “Hanno rubato il vino e gli incassi: hanno spaccato il vero a mazzate e gettare benzina per bruciare gli interni” ha proseguito. Il tutto è stato definito “un disastro”.

Il tutto si è svolto la notte di sabato 30 maggio e ha riguardato il “Pizzeria Mozza” e il “Chi Spacca“. Entrambi i locali di Joe Bastianich si trovavano a Los Angeles e sono stati completamente rasi al suolo. Un danno che si aggiunge ai danni derivanti dall’emergenza Coronavirus. Bastianich, come tutta la ristorazione mondiale, sta facendo i conti con gli effetti della pandemia ed ha avuto notevoli perdite.

Le parole dello chef

Joe Bastianich non ha potuto fare a meno di commentare quanto accaduto. “Tutti hanno il diritto di protestare” ha detto. Poi ha proseguito “Di manifestare la propria opinione e, perché no, anche di agire per essere ascoltati. Mi dispiace solo che una minoranza di persone sfrutti questo momento a proprio vantaggio per andare a spaccare e a rubare“. Lo chef ha poi concluso “Distolgono, tra l’altro, l’attenzione dal messaggio“.

Poi, per Joe Bastianich, è la volta di una considerazione sul piano professionale. “Tutto questo è successo proprio a pochi giorni dalla ripresa delle attività. Eravamo chiusi dal 1 aprile per il Coronavirus e avevamo appena ricominciato a servire pizze a domicilio“. Infine, l’uomo conclude disperato “Ora dobbiamo ricostruire l’intero locale, i danni sono enormi. Siamo un Paese a pezzi”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!