Melania Rea, il fratello Michele: “Non fate uscire Salvatore Parolisi”

Salvatore Parolisi e Melania Rea
Salvatore Parolisi e Melania Rea

Poche le parole che Michele, fratello di Melania Rea, ha dichiarato nel corso di un’intervista a Giallo, quando lo staff della rivista diretta da Andrea Biavardi gli ha ricordato che fra poche settimane, Salvatore Parolisi potrebbe uscire dal carcere di Bollate. Michele Rea ha fatto un appello ai giudici, chiedendo loro di non fare uscire l’assassino di sua sorella dal carcere.

Salvatore Parolisi ha ricevuto una condanna di soli 20 anni di carcere per l’omicidio di sua moglie Melania Rea. Sembrerebbe che, dal punto di vista legale, abbia tutte le carte in regola per godere dei permessi premio, con cui potrà fare visita ai parenti e andare a lavorare in una comunità. Sempre dal settimanale Giallo, leggiamo come Parolisi avrà a disposizione 45 giorni l’anno, 15 ogni quattro mesi.

L’omicidio di Melania Rea

Come sappiamo, l’ex militare uccise la moglie Melania Rea il 18 aprile 2011. Un delitto terribile, se pensiamo che Melania venne uccisa con 35 coltellate e il suo cadavere profanato con una siringa. Tuttavia, i giudici non hanno riconosciuto a Parolisi l’aggravante della crudeltà. L’omicidio avvenne nel bosco di Ripe di Civitella (Teramo). L’assassino di Melania colse la sua vittima alle spalle, di sorpresa.

Salvatore Parolisi non ebbe pietà neanche della figlioletta Vittoria, che allora era una bimba di 18 mesi. Mentre la mamma veniva accoltellata, la piccola si trovava nel seggiolino dell’auto parcheggiata a pochissima distanza dal luogo del delitto. Melania Rea venne uccisa sotto gli occhi inconsapevoli della sua bambina. Parolisi non ha mai confessato l’omicidio.

Perché Parolisi uccise la moglie?

Secondo gli inquirenti, Salvatore Parolisi uccise Melania Rea, in quanto si sarebbe stancato della doppia vita che conduceva, diviso tra la vita familiare e la sua amante Ludovica, militare come lui. A Ludovica, Salvatore promise di lasciare Melania, in maniera tale da poter vivere la loro storia alla luce del sole ed essere felici insieme. A Melania, invece, che aveva scoperto la relazione clandestina, Salvatore chiese di poter iniziare daccapo insieme.
Per amore della piccola Vittoria, Melania Rea stava cercando di ricostruire assieme al marito un matrimonio in forte crisi, a causa dell’infedeltà di lui.

Ad un certo punto, l’ex caporal maggiore non sarebbe più riuscito a controllare la situazione. Melania rappresentava un ostacolo per Parolisi e doveva essere eliminata. La separazione non bastava. Ebbene, dopo aver scontato nove anni di reclusione, l’ex militare è già pronto per uscire, cercando pian piano di rifarsi una vita. Una volta ascoltato il direttore dell’istituto di sorveglianza, il magistrato di sorveglianza potrebbe concedere a Parolisi i precitati premessi premio. Vedremo nelle prossime settimane il destino del 40enne.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!