Gerry Scotti, la confessione: “Ho rischiato di rimanere bloccato in Polonia per il Covid-19″

Gerry Scotti
Gerry Scotti

Gerry Scotti e quel viaggio di lavoro in Polonia

Gerry Scotti non si è mai fermato. Nonostante l’emergenza sanitaria da Covid-19 il professionista pavese è rimasto alla guida di Striscia la Notizia al fiaanco di Michelle Hunziker. Ma non è finita qui, infatti maria De Filippi lo ha fortemente voluto come giurato ad Amici Speciali. Nel nuovo numero del Corriere della Sera è contenuta una sua lunga intervista dove ha fatto una confessione inattesa.

Ebbene sì, l’artista Mediaset ha rischiato di rimanere bloccato in Polonia a causa del Coronavirus. “Sono riuscito a registrare anche Chi vuol essere milionario in Polonia, rientrando due giorni prima della chiusura… chissà come sarebbe stato fare la quarantena lì“, ha confessato l’uomo ricordando quei mesi molto difficili per l’umanità.

La decisione di zio Gerry nonostante la pandemia da Coronavirus

Intervistato dal noto quotidiano il Corriere della Sera, Gerry Scotti ha parlato di quando la Lombardia ha chiuso lui ha avuto un momento di smarrimento domandandosi cosa fare. A quel punto si è consigliato con la sua famiglia, ovvero la compagna Gabriella Perino, con suo figlio che vive con loro, e con Edoardo.

Tutti si sono resi conto che il pericolo era vero e ancora sconosciuto. Poi ha avuto una conversazione col suo editore Pier Silvio Berlusconi che gli ha detto: “Se non te la senti, non farlo: il contratto è una cosa, il nostro rapporto un’altra”. Dopo aver sentito anche Michelle Hunziker, ha deciso lo stesso di condurre Striscia la Notizia.

Gerry Scotti: la conduzione di Striscia e il suo appello ai colleghi

Quindi, Gerry Scotti e Michelle Hunziker sono tornati a condurre il tg satirico munendosi prima della messa in onda di guanti, mascherine e misurazione della febbre. In studio gli auturi di Striscia la Notizia sono a cinque metri uno dall’altro, ma sono presenti anche sarte, tecnici e addirittura il padron Antonio Ricci sparpagliati sugli spalti dello studio. “I capannoni Mediaset di solito pieni di gente e ora sigillati fanno impressione”, ha affermato l’artista pavese.

Poi quest’ultimo ha voluto fare un appello, trovarsi tutti gli artisti della televisione italiana prima dell’estate e pensare insieme a qualcosa per rilanciare la televisione. “Ho degli amici in tv, Carlo Conti, Amadeus, Fiorello, Maria De Filippi. Ci scambiamo spesso pareri ma non abbiamo mai pensato di trovarci e fare qualcosa. La tv deve ripartire da noi”, ha concluso l’artista Mediaset.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!